Il regista bitontino: «Sono soddisfatto e felice»

Tris di proiezioni al Coviello per Ameluk di Mimmo Mancini

Finalmente nelle sale il film girato a Mariotto, Palombaio e Bitonto

Cultura
Bitonto giovedì 09 aprile 2015
di Fabiola Barile
Gli attori e il regista Mimmo Mancini dopo la proiezione del film Ameluk
Gli attori e il regista Mimmo Mancini dopo la proiezione del film Ameluk © BitontoLive.it

Ben tre proiezioni, ieri sera al cineteatro Coviello, per "Ameluk", il film del regista bitontino Mimmo Mancini giunto finalmente nelle sale cinematografiche.

E se Gesù fosse musulmano? Siamo a Mariotto, è Venerdì Santo. Tutto è pronto per la Via Crucis ma il parrucchiere Michele (Paolo Sassanelli) per una serie d'inaspettati incidenti non potrà più interpretare il ruolo di Gesù. A sostituirlo sarà allora il tecnico delle luci Jusef, detto Ameluk (Mehdi Mahdloo), spinto dall'amico parroco. La notizia travalica i confini del piccolo paese diventando di dominio nazionale, tanto da dividere l'opinione pubblica in due fazioni. Vari colpi di scena investiranno il povero Ameluk, che a suo modo cercherà di riportare la pace a Mariotto.

Una buona idea di un'attualità penetrante viene portata sul grande schermo da Mancini in maniera divertente e quasi mai volgare. Il finale è aperto ad interpretazioni e riflessioni.

Lo stesso regista, assai credibile nell'interpretazione, ha un ruolo centrale nell'intera storia. Dante Marmone è energico, impeccabile nel suo personaggio per niente statico insieme alla moglie Tiziana Schiavarelli. Paolo Sassanelli regge molto bene il ruolo. Confermano esperienza e bravura Roberto Nobile, Rosanna Banfi e Cosimo Cinieri. Bene anche per i giovanissimi del cast.

Indiscussi protagonisti i luoghi con le loro sfumature e colori, dalla regina Mariotto alle campagne, alla Cattedrale di Bitonto e Castel del Monte.

Al tris di proiezioni al Coviello è intervenuto il regista con buona parte del cast. Poche parole da parte di Mimmo Mancini prima di lasciare che i suoi attori si presentassero al pubblico: «Sono soddisfatto e felice».

 

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette