Reading, presentazioni, spettacoli e proiezioni dal 27 gennaio all’11 febbraio

Ricordare il passato alla luce del presente, ecco Memento 2017

Presentato ieri il programma di eventi organizzati da Comune e scuole in occasione delle giornate della Memoria e del Ricordo

Attualità
Bitonto mercoledì 25 gennaio 2017
di Annarita Cariello
La conferenza stampa di presentazione di Memento 2017
La conferenza stampa di presentazione di Memento 2017 © BitontoLive.it

Undici giornate di eventi, otto istituti scolastici coinvolti, tre concerti sinfonici d’eccezione a Bitonto e nelle frazioni: ecco Memento 2017, il ricco programma di manifestazioni organizzato, per il quinto anno consecutivo, dall’Assessorato al marketing territoriale del Comune di Bitonto in collaborazione con le scuole.

«L’intento di questo format, ideato dall’amministrazione Abbaticchio nel 2013, è quello di ricordare l'orrore della Shoa con la Giornata della Memoria, e delle Foibe  con la Giornata del Ricordo, attraverso il coinvolgimento dei nostri studenti» ha spiegato l’assessore Rino Mangini nel corso della conferenza stampa di presentazione.

Ed ha aggiunto: «Il programma di questa edizione è il più ricco e complesso rispetto a quello di tutti gli enti pubblici e privati della provincia di Bari. L’obiettivo di ogni evento è partire dai fatti per suscitare delle riflessioni ad ampio respiro sulla guerra, sui genocidi e sui muri e fili spinati che risultano temi, purtroppo, sempre attuali. Non quindi una pura celebrazione ma un memoriale, alla luce della contemporaneità».

 

Tre concerti dell’Orchestra Metropolitana

Ricorda, conosci, medita, impara. Questo il monito che Memento ogni anno rivolge ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie, attraverso il coinvolgimento attivo e interattivo con reading, presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali e tre concerti eccezionali dal titolo “Recordare” dell’Orchestra sinfonica della Città metropolitana di Bari, in programma venerdì 27 gennaio alle 21 a Bitonto, sabato 28 gennaio alle 21 a Mariotto e lunedì 30 gennaio alle 19.30 a Palombaio, con la direzione di Vito Clemente e le musiche di La Rotella, Shostakovich e Anselmi.

 

Il programma di Memento

 

Venerdì 27 gennaio la manifestazione comincerà con la Giornata della Memoria: una serie di dibattiti e proiezioni di film a partire dalle 10 nell’istituto tecnico industriale Alessandro Volta e nell’istituto De Gemmis.

Nel Torrione Angioino, invece, alle 10.30 sarà proiettato il corto “Nessuno potrà dire... non lo sapevo” e verrà presentato il libro “Non restare indietro” di Carlo Greppi, nell'ambito del progetto ideato dal liceo linguistico European Language School e presentato al Miur.

Alle 18.30 Nicola Bastiani e Fabio Santomauro inaugureranno la mostra attinente al progetto, seguita dall’esecuzione musicale “Sulle corde della memoria” di Chiara Lasaracina. Infine alle 19.30 il professor Ugo Villani parlerà di “Genocidi e Negazionismo. Storia e Verità” in un dibattito moderato dal giornalista Sabino Paparella.

 

Sabato 28 gennaio alle 19.30, nel Torrione Angioino l’attore Gianni Lillo terrà una performance teatrale dal titolo “Uccidimi”, con la quale passerà in rassegna tutti i genocidi, fisici e culturali, subìti dai popoli nel corso della storia.

 

Lunedì 30 gennaio il teatro Traetta ospiterà gli studenti per “La Puglia per la Shoa”, ovvero racconti, dibattiti e testimonianze organizzate dal Consiglio regionale della Puglia, dall’Ufficio scolastico regionale e di Farm.

 

Martedì 31 gennaio, alle 11, nel Torrione Angioino il docente Carmelo Bacco presenterà il libro “La città che sussurrò” di Fabio Santomauro, vincitore del premio Andersen 2015 per la letteratura per ragazzi.

 

Giovedì 2 febbraio alle 9 e alle 11 nel teatro Traetta il Teatrificio 22 terrà due spettacoli teatrali per gli alunni dell’istituto comprensivo Sylos dal titolo “La guerra dei grandi” e “Berlino 1935”. Alle 19.30 nel Torrione la giornalista Mariella Vitucci modererà la presentazione del libro “Ygal Leykin. Una vita qualunque” di Yigal Leykin.

 

Venerdì 3 febbraio alle 21, all’interno della Stagione Off del Traetta, Emergency Ong Onlus presenterà lo spettacolo con Mario Spallino “StupidoRisiko” – una geografia della guerra.

 

Sabato 4 febbraio alle 10.30, nell’istituto Benjamin Franklin, Franco Schönheit, sopravvissuto al campo di concentramento di Buchenwald, incontrerà gli studenti e alle 19.30 nel Torrione Angioino il giornalista Michele Cotugno De Palma presenterà il libro di Nicola Lofoco “Il sangue del Jihad”.

 

Lunedì 6 febbraio alle 17 nel teatro Traetta l’incontro “I Madiano e gli Uhlfelder: due storie di ansia, paura e privazioni nell’Europa travolta dal Nazi-Fascismo” con l’autore Sami Madiano, sopravvissuto ad Auschwitz-Birkenau, a cura dell’istituto comprensivo Cassano-De Renzio.

Alle 19.30, nel Torrione Angioino, il professor Michele Pigliucci parlerà di Foibe nell’incontro “Gli ultimi martiri del Risorgimento”, moderato dal giornalista Marino Pagano. A seguire il reading della Compagnia “Il Carro dei Comici” di Molfetta.

 

Giovedì 9 febbraio, nella scuola primaria Caiati, si terrà la lettura animata “Per non dimenticar…”, mentre alle 18 nel teatro Traetta il liceo classico e linguistico Sylos presenterà il reading sulla Shoa e sulle Foibe dal titolo “Il freddo nel cuore”.

 

Venerdì 10 febbraio nel teatro Traetta alle 18 “Rileggiamo la Shoa”, reading a cura degli alunni dell’istituto comprensivo Modugno-Rutigliano-Rogadeo. Alle 19.30 nel Torrione Angioino il concerto “Sulle ali della memoria” a cura dell’Accademia Musicale Modugno in collaborazione con la scuola De Renzio.

 

Infine sabato 11 febbraio alle 21 il teatro Traetta sarà la cornice dello spettacolo teatrale “Au bon cafè da Miranda – Roma 1943” degli studenti dell’istituto tecnico economico Vitale Giordano, sul rastrellamento degli ebrei del 16 ottobre 1943 a Roma.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette