Lettera aperta

«C'era una volta il verde di piazza della Noce»

L'agronomo Michele Colapinto denuncia l'indifferenza dell'amministrazione e dei cittadini "complici"

Attualità
Bitonto martedì 28 febbraio 2017
di La Redazione
Piazza della Noce
Piazza della Noce © Google

«C'era una volta una bella piazza. C'erano pochi elementi arborei, ma correttamente messi a dimora. Sto parlando di piazza della Noce, una piazza che "piaceva" a tutti».

Comincia come una favola (ma si capisce fin da subito che non c'è lieto fine) la lettera aperta inviata dall'agronomo bitontino Michele Colapinto alla redazione di BitontoLive, per sollevare ancora una volta il problema della gestione del verde pubblico a Bitonto e nelle frazioni.

«C'erano una volta tante regole per portare a termine tutte le operazioni colturali nei modi e tempi adeguati. Purtroppo non rispettarle provoca danni, a volte, irreparabili. Mi chiedo e vi chiedo: c'è ancora "un'opinione pubblica" a Bitonto? C'è qualcuno disposto a "vedere" e a "raccontare" fatti e misfatti di questo paese?» scrive Colapinto.

«Ho più volte evidenziato e segnalato – racconta – tutte le problematiche che attanagliano il verde pubblico, ma, di fronte all'ennesimo scempio, non posso trattenere il mio "urlo" di dolore". Ho dato fiducia agli uomini politici che oggi ci governano, sperando in un'azione amministrativa anche a tutela e difesa del patrimonio verde della nostra città, vera risorsa ambientale. Purtroppo i risultati raggiunti non premiano la mia scelta».

«Come libero professionista – si legge nella lettera aperta – sono solito avere dubbi e formulare spesso domande che riguardano il mio settore: il verde. Vorrei essere propositivo, dare suggerimenti e sperare in percorsi comuni da intraprendere. Prima però una domanda: non c'è nessun esperto in amministrazione comunale che può (poteva) contribuire con idee e buoni propositi scongiurare ciò che purtroppo è sotto gli occhi di tutti? Nessuno ha letto, ascoltato, preso in seria considerazione i segnali di allarme lasciati in passato dal sottoscritto? Agli amministratori non interessa il verde pubblico? I cittadini e molti attivisti delle numerose associazioni, non frequentano mai questa e altre piazze? Basterebbe volgere lo sguardo in alto... Occorre, oggi come non mai, incontrarsi e dibattere, confrontarsi per conoscere e capire lo stato dei luoghi e le possibili iniziative da intraprendere. Tavola rotonda? Convegno? Riunione allargata? Non tocca a me decidere. Chi ama il verde, sono certo sarà comunque in prima fila». 

«È mio dovere sensibilizzare la cultura del verde, organizzando se necessario anche delle escursioni didattiche con lo scopo di far conoscere al meglio il nostro patrimonio verde, ricco di esemplari ornamentali e di pregio storico. È mio dovere svolgere il ruolo autentico di cittadino. Perché io amo Bitonto. Perché migliorare e tutelare il verde pubblico non è un sogno ma una legittima aspirazione e perché il verde pubblico è di tutti. Chi resta indifferente è complice» conclude Colapinto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pasquale Giangaspero ha scritto il 28 febbraio 2017 alle 10:52 :

    Come già scritto dai colleghi Consiglieri di Quartiere Massafra e Bisceglie ribadisco che al Comune è stata da noi depositata segnalazione scritta sul problema . Nel ringraziare l’amico Colapinto per la ulteriore segnalazione pubblica, invito anche ad accertarsi dell ’andamento delle cose prima di scrivere in modo da far credere che nessuno se ne stia interessando. Esiste un Comitato di Quartiere che da mesi ha mosso passi formali e protocollato sulla questione. Rispondi a Pasquale Giangaspero

  • luigi bisceglie ha scritto il 28 febbraio 2017 alle 07:39 :

    Come componente del Comitato di quartiere 3 ’’Nova Via’’, in cui ricade la Piazza Canonico Luigi della Noce, posso affermare che è stata immediatamente intrapresa da parte nostra sin dalla nostra costituzione, quindi un anno fa, l’azione di sensibilizzazione presso l’Amm.ne Comunale per un mantenimento e miglioramento complessivo del verde e della piazza in generale. Lo abbiamo scritto e ribadito più volte alla stessa Amm.ne. L’ ultima in conseguenza del taglio parziale ma l’intenzione era totale, fatto per prevenire rotture accidentali di rami in previsione della neve. Quel giorno l’intervento del dott. Vito Modugno scongiuro’ l’ulteriore massacro dei pochi alberi presenti. Il risultato finale comunque è stato ’’l’abbruttimento’’ della condizione del verde e di tutta la piazza. Quindi le nostre rimostranze e sollecitazioni. Ma ad oggi nessuna opera. Cordiali saluti Rispondi a luigi bisceglie

  • Katjuska Massafra ha scritto il 28 febbraio 2017 alle 07:10 :

    Noi membri del Comitato Nova Via abbiamo particolarmente a cuore la sorte di questa piazza. Negli ultimi mesi abbiamo cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica e non solo. Abbiamo sollecitato l’amministrazione affinché si occupasse di questo spazio verde della nostra città, recuperando lo è valorizzandolo. Ci auguriamo che le nostre voci, insieme, vengano finalmente ascoltate Rispondi a Katjuska Massafra

Le più commentate
Le più lette