L'iniziativa

Nel centro antico il tour de 'I Luoghi della Musica'

L'associazione culturale barese ha realizzato una visita guidata attraverso i monumenti cittadini inerenti il campo musicale

Attualità
Bitonto lunedì 17 luglio 2017
di La Redazione
I visitatori a corte Fenice
I visitatori a corte Fenice © Graziano Lisi

Mercoledì scorso l'associazione culturale-musicale "I Luoghi della Musica" ha organizzato a Bitonto una visita guidata molto particolare. Oggetto della visita sono stati monumenti, palazzi e chiese che hanno a che fare con la musica. Perché questa associazione barese, presieduta dal musicista Angelo Pascual De Marzo, è da sempre molto attiva e propositiva in ambito musicale. Per anni ha gestito la casa natale di Niccolò Piccinni, in piazza Mercantile a Bari e la si può vedere spesso ospite di eventi religiosi e addirittura dal Papa. L'associazione, infatti, ha anche un coro, composto da circa trenta elementi, che si esibisce spesso in giro per l'Italia. A San Pietro, in presenza del Santo Padre, il coro "I Luoghi della musica" si è esibito già due volte: nel 2013 con Papa Ratzinger e nell’ottobre 2015 con Papa Francesco.

A Bitonto il gruppo di visitatori, capeggiato da De Marzo che faceva da guida, ha visitato diversi siti collegati, in qualche modo, ad un musicista locale. Tra questi, il monumento di Tommaso Traetta e la lastra marmorea in piazza Moro; la casa di Traetta in via Amedeo; la tomba di Traetta nella cripta della Cattedrale; la lastra marmorea dedicata al musicista nell'episcopio della Cattedrale; la lastra marmorea e la casa di Nicola Bellezza in piazza Cattedrale; la casa di Caffarelli; il Teatro Traetta.

«Abbiamo parlato non solo della vita e delle opere di Traetta – spiega De Marzo – ma anche di Pasquale La Rotella, Caffarelli, Nicola e Vincenzo Bellezza e delle due bande musicali di Bitonto, per essere completi sull'itinerario musicale bitontino». «La Puglia – ha continuato il maestro – è stata da sempre segnalata come la terra che ha dato i natali al maggior numero di musicisti. Basti pensare a nomi come Farinelli, Millico, Traetta, Leo, Paisiello, Piccinni, Mercadante, De Giosa. Credo sia importante preservare questa storia e, anzi, arricchirla di riflessioni critiche che vadano nel senso di una riappropriazione». «Ecco perché – ha concluso – la nostra associazione si impegna a sostenere iniziative di respiro culturale e ogni anno propone tour guidati nei "luoghi della musica" per riscoprire e valorizzare i maggiori protagonisti della vita musicale della Puglia, dal 700 all'800».

Alla visita hanno preso parte molti appassionati provenienti quasi tutti da fuori Bitonto e da città come Bari, Molfetta, San Michele. Il tour è stato anche l'occasione per aprire l'antica corte Fenice, in via Amedeo, dove è situata quella che è considerata la casa natale di Tommaso Traetta. L'attuale proprietario, il signor Graziano Lisi, si è reso gentilmente disponibile a far visitare il sito, che solitamente è chiuso e protetto da un cancello, posizionato lì per impedire il moltiplicarsi di atti vandalici a danno della graziosa corte medievale.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette