Sosterranno la candidatura di Bitonto anche Regione Puglia e Città Metropolitana

Bitonto Capitale Italiana della Cultura 2020, presentato il dossier

La nostra città si è candidata insieme ad altri 45 comuni italiani. Entro il prossimo 31 gennaio sarà proclamato il vincitore

Attualità
Bitonto sabato 16 settembre 2017
di La Redazione
Bitonto Capitale Italiana della Cultura 2020
Bitonto Capitale Italiana della Cultura 2020 © Marco Agostinacchio

Il sogno di Bitonto Capitale Italiana della Cultura 2020 da ieri sembra più vicino. L’amministrazione comunale ha consegnato al Ministero per i Beni Culturali il dossier con la programmazione culturale dei prossimi anni, che dovrà poi essere analizzato dai responsabili che avranno il compito di scegliere la città vincitrice. Bitonto si presenta insieme ad altri 45 comuni italiani, di cui sei pugliesi (Altamura, Alberobello, Fasano, Ceglie Messapica, Villa Castelli e Gallipoli). Una commissione di esperti valuterà le varie candidature e proclamerà le dieci città finaliste. Di queste, solo una sarà eletta Capitale Italiana della Cultura 2020 entro il 31 gennaio 2018.

Una delle news che contribuiscono alla continuazione di questo sogno è l’adesione al progetto della Regione Puglia, della Città Metropolitana e dell’Anci che hanno deciso di sostenere in questo progetto proprio la nostra città, tra tutti gli altri comuni pugliesi che hanno aderito.

Ieri mattina l’assessore Rino Mangini è intervenuto, con un lungo post, per commentare la bella notizia.

«Stamattina abbiamo formalmente presentato il Dossier di Candidatura per la Capitale Italiana della Cultura 2020» ha scritto l’assessore sulla propria pagina facebook.

«Siamo felici – continua il post – di aver concluso il percorso di candidatura (iniziato nel lontano gennaio con il primo dei quattro forum) elaborando un Dossier in grado di presentare la città di Bitonto e le sue peculiarità culturali e turistiche. Un progetto dal valore economico di oltre 2 milioni di euro solo per le attività culturali. Le 60 pagine del Dossier verranno pubblicate nei prossimi giorni così da condividere la progettualità presentata con tutti i cittadini e gli operatori culturali e turistici. Come detto più volte, il Dossier non è la fine di un percorso, ma la cartina di tornasole per una più complessa elaborazione del Piano Strategico della Cultura e del Turismo».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette