Una vita nell'Arma

«Onesto, umile, stimato»: la cittadinanza ringrazia il comandante Presicce

Il sindaco Abbaticchio ha donato al comandante dei Carabinieri, recentemente andato in pensione, una targa di elogio per l'operato svolto a Bitonto in 24 anni di attività

Attualità
Bitonto domenica 17 settembre 2017
di Tommaso Cataldi
Cerimonia di elogio per Presicce
Cerimonia di elogio per Presicce © BitontoLive.it

Dopo 45 anni e 5 mesi effettivi di servizio, di cui ben 24 svolti a Bitonto, il comandante dei Carabinieri Marcello Presicce è andato in pensione pochi giorni fa. E la cittadinanza bitontina, che ha sinceramente apprezzato e “adottato” Presicce come concittadino, ha voluto rendere merito all’operato del comandante.

Una targa di elogio gli è stata donata dal sindaco Michele Abbaticchio durante una cerimonia pubblica nella Sala degli Specchi, alla quale hanno partecipato tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio, con le quali il comandante dei Carabinieri ha sempre collaborato per il bene della città.

«Marcello Pressice fa parte delle nostre stesse pietre – le parole di Abbaticchioper aver lasciato tanti ricordi positivi per Bitonto, adoperando un capillare controllo del territorio. Ormai è bitontino a tutti gli effetti, ha imparato a conoscerci, ha visto la città in tutte le sue sfaccettature, sempre però con lo stesso rispetto che lo ha caratterizzato. La targa è poca cosa rispetto alla vita che Presicce ha speso per Bitonto. Tutti noi abbiamo una Bitonto ideale: la Bitonto di Marcello Presicce».

Gli fa eco il consigliere regionale Domenico Damascelli. «Presicce è un grande rappresentante delle istituzioni, che ha fatto tanto per la nostra comunità, servendola con abnegazione e dedizione: ogni bitontino non può non esserne grato. Dobbiamo continuare a combattere tutti insieme, sotto il tuo insegnamento».

Parole di stima arrivano anche dal comandante di Polizia Municipale, Gaetano Paciullo, il quale definisce Presicce una «figura umile ed efficiente, rappresenta il carabiniere per antonomasia, ce l’ha nel dna».

«Ho con Marcello un rapporto di stima e fiducia – tiene a precisare l’ex sindaco Nicola Pice, anch’egli intervenuto alla cerimonia –. Ha incarnato il senso e lo spirito del servizio, un emblema di disponibilità e presenza. Presicce ha significato amore per la città perché ne era davvero innamorato e difesa delle strutture pubbliche, facendosi carico delle ‘malattie’ del nostro territorio ed intervenendo al momento giusto».

Il 26 maggio 2018 si terrà poi una manifestazione pubblica per la consegna della benemerenza civica.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • fra diavolo ha scritto il 17 settembre 2017 alle 12:57 :

    buona vita comandante vero grande uomo. Purtroppo non è e non sarà da tutti. Rispondi a fra diavolo

Le più commentate
Le più lette