Il bollettino della Regione Puglia

Ecotassa 2018, Bitonto sempre più fanalino di coda dell'Aro Bari1

Con una percentuale del 30,29% di differenziata, il Comune riesce a malapena a non far innalzare l'ecotassa

Attualità
Bitonto venerdì 10 novembre 2017
di Tommaso Cataldi
Ecotassa 2018
Ecotassa 2018 © Bollettino Regione Puglia

La notizia non è delle migliori. Nel 2018 l'ecotassa regionale costerà ai bitontini ancora 22,59 euro per tonnellata di rifiuti conferita in discarica, praticamente la stessa cifra pagata per il 2016. Secondo i dati pubblicati sul Bollettino della Regione Puglia dello scorso 2 novembre, Bitonto si è infatti attestato al 30,29% (addirittura lo 0,14% in meno rispetto allo scorso anno), appena al di sopra della soglia di aliquota più alta.

Anche quest’anno, nei mesi di settembre e ottobre, Comune e Asv avevano avviato una serie di iniziative, puntando ad un coinvolgimento attivo di tutti, adulti e bambini, privati e soggetti pubblici, per raggiungere l’incremento di cinque punti percentuali rispetto alla media del 2016 (pari al 30,12%). E pare che l’incremento ci sia stato, ma solo in questi ultimi due mesi – riprendendo le dichiarazioni di Vincenzo Castellano, amministratore unico Asv, rilasciate a BitontoLive – dove la raccolta differenziata si sarebbe attestata al 39,89% per settembre e al 38,43% per ottobre. Questi ultimi due mesi, tuttavia confortevoli ma forse “dopati” da specifiche e straordinarie iniziative, non hanno però evidentemente sortito l’effetto di invertire un trend che si registra, seppur lievemente, in costate decrescita.

Non c’è però modo di verificare questi dati perché sul portale ambientale della Regione Puglia ecologia.regione.puglia.it gli ultimi dati inseriti risalgono ad agosto, quando si è registrato il 28,85% di raccolta differenziata, quindi in linea con la tendenza.

«Il fatto che Bitonto sia uno dei comuni meno virtuosi – continua Castellanoè ascrivibile solo al fatto che i cittadini sono poco attenti a quelli che sono i dettami minimi per la raccolta differenziata». E sempre secondo l’amministratore unico Asv, «l’ecotassa sarebbe scongiurata», prima di puntare il dito contro i comuni limitrofi: «Un dato è però certo: dai paesi limitrofi – Terlizzi in testa – vengono a conferire indifferenziato a Bitonto… e allora è facile per quei comuni aumentare la percentuale di raccolta differenziata».

La situazione è pertanto tutta da analizzare perché a Bitonto, a dispetto degli altri comuni, il metodo di raccolta “porta a porta” viene applicato solo per i residenti del centro storico e delle frazioni di Palombaio e Mariotto. Questa può essere una delle giustificazioni ad una percentuale ancora molto bassa, che però si innalzerebbe sicuramente con l’estensione del “porta a porta” a tutto il territorio cittadino.


I dati dell’Aro Bari 1

La percentuale di Bitonto – come detto in precedenza – è addirittura più bassa dello 0,14% rispetto allo scorso anno: situazione che porta Bitonto ad essere sempre più fanalino di coda dell’Aro Bari1. Corato è al primo posto col 78,42% e per pochissimo seguono Terlizzi col 76,27% e Ruvo col 75,46%. Prima del nostro comune, troviamo Molfetta al 60,56%, che ha comunque il doppio di raccolta differenziata di Bitonto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ANTONIO PIAZZOLLA ha scritto il 10 novembre 2017 alle 11:43 :

    E POSSIBILE SAPERE IL PERCHÉ CONTINUATE A FARCI PAGARE L'IVA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI QUANDO LA CASSAZIONE A DECISO CHE LA TARSU CON SENTENZA 238/DEL2009 LA CORTE COSTITUZIONALE NON SI DOVREBBE PAGARE CON DIRETTIVA N.2006/112/ CE DEL CONSIGLIO DEL 28 NOVEMBRE 2006 ,CHE LA TARSU È UNA TASSA E NON UNA TARIFFA X CUI NON SI PUÒ PAGARE L'IVA SU DI UNA TASSA ,E VOI CONTINUATE ANCORA AD INSISTERE MI AUGURO DI ESSERE STATO ESUASIVO E CORRETTO PRIMA DI ANDARE DA UN LEGALE GRAZIE E BUONA GIORNATA Rispondi a ANTONIO PIAZZOLLA

  • Oracolo di Delfi ha scritto il 10 novembre 2017 alle 09:05 :

    Egregi signori Bitonto si attesterà ai primi posti per la raccolta differenziata solo e soltanto se detta raccolta sarà PREMIATA. Il cittadino sarà coinvolto solo e soltanto se sarà attuata la compensazione sulla TARI. Lo volete CAPIRE. Rispondi a Oracolo di Delfi

Le più commentate
Le più lette