Conferenza stampa

Passaggio a livello di via Santo Spirito, 7milioni di euro a Bitonto per potenziare la viabilità

Grazie ai fondi CIPE si potranno eseguire lavori di allargamento di via delle Fornaci, per ovviare al problema del sottopasso ritenuto non ancora realizzabile

Attualità
Bitonto sabato 13 gennaio 2018
di Annarita Cariello
Calò e Abbaticchio spiegano il progetto di mobilità ferroviaria
Calò e Abbaticchio spiegano il progetto di mobilità ferroviaria © BitontoLive.it

Una conferenza stampa di chiarimento, per fare il punto della situazione, ricostruire l’iter cronologico dei vari interventi e spiegare le ragioni per le quali, al momento, secondo l'amministrazione comunale a Bitonto non è realizzabile un sottopasso sulla via che da Bitonto porta a Santo Spirito ed ovviare al passaggio a livello. Questo è quanto accaduto ieri mattina, a Palazzo di Città, con gli interventi del sindaco Michele Abbaticchio e dell’assessore alla mobilità sostenibile Rosa Calò.

«L’idea di realizzare un sottopasso sulla via per Santo Spirito risale a sei anni fa, all’epoca della prima amministrazione Pice – ha esordito il primo cittadino – per la necessità di chiudere il passaggio a livello. Il problema alla base dell’opera pubblica, però, riguardava la necessità di realizzare, in primis, un impianto per smaltire le acque reflue, progetto non finanziabile con fondi destinati al potenziamento della linea ferroviaria. Nel 2012, dunque, c’è stata la revoca del finanziamento che era stato in un primo momento concesso a Loizzo (ex assessore ai trasporti) e il Comune di Bitonto pensò ad un progetto alternativo a quello dell’impianto di smaltimento, ritenuto troppo costoso, tramite la realizzazione di vasche industriali, per un totale di 12milioni di euro. Progetto approvato all'unanimità nel 2014 dal consiglio comunale ma con fondi che la Regione considerò eccessivi, e che andammo a ridurre, arrivando a 10milioni di euro».

«Nel corso dell’incontro con l’assessore ai trasporti Nunziante, avvenuto ad agosto 2017 – ha continuato Abbaticchio – la dirigente del settore però ci spiegò che non c’erano ancora fondi sufficienti a finanziare l’opera. Ma, grazie al sindaco di Bari e della Città Metropolitana Decaro, Bitonto ha ricevuto 7milioni di euro di fondi ministeriali CIPE, dal budget complessivo destinato a Bari, per potenziare la mobilità ferroviaria, poiché la nostra città sarà nel 2019 anche sede di collegamento ferroviario con Lecce».

Tuttavia, proprio nei rapporti con l'assessore Nunziante, è doveroso ricordare il forfait, dell'ultimo momento, del sindaco Abbaticchio all'incontro organizzato dal consigliere regionale Domenico Damascelli lo scorso 21 settembre, dopo aver depositato una mozione il 9 agosto precedente, per discutere dell'ipotesi di eliminazione del passaggio a livello della Ferrotramviaria su via Santo Spirito, a Bitonto (http://www.bitontolive.it/news/attualita/520784/so...). Il consigliere di Forza Italia recentemente è tornato nuovamente sull’argomento, ottenendo l’impegno dell’assessore ai Trasporti a reperire gli ulteriori finanziamenti necessari, insistendo per trovare le risorse atte a realizzare un’opera che bypassi il passaggio a livello, garantendo agli utenti una viabilità non secondaria.

Al momento, dunque, ci sono 7milioni di euro ricevuti dai fondi CIPE che, anche se non ritenuti sufficienti per realizzare il sottopasso, sono stati valutati invece, dalla Ferrotramviaria, utili per un progetto di viabilità alternativa, che aggiri il problema del passaggio a livello: l’allargamento di via Delle Fornaci - una strada, in origine, rurale - con la realizzazione di rotatorie per reimmettersi poi sulla via per Santo Spirito.

A spiegare il progetto sostenuto dall'amministrazione è l'assessore Calò: «Stiamo raccogliendo sollecitazioni e spunti per pensare a delle ipotesi progettuali utili a soddisfare le esigenze di tutti, abbiamo ascoltato i proprietari delle porzioni di suolo agricolo che dovranno essere espropriate, per evitare contenziosi e procedere spediti con la presentazione del progetto a Ferrotramviaria entro marzo e alla stesura di quello definitivo entro giugno».

Una nuova striscia di strada che correrà parallela a via della Fornaci e che aiuterà a smaltire il traffico e ad aggirare il passaggio a livello per raggiungere Santo Spirito. «Sono stufo di vedere soffocata una parte della città, devo pensare a delle soluzioni concrete per risolvere il problema del sottopassaggio, non posso seguire i cambi di umore di chicchessia. Se qualcuno dalla Regione mi dice qualcosa di diverso rispetto a quanto dettomi da Nunziante in sede ufficiale, ovvero afferma che ci sono i soldi per finanziare il sottopasso, proporrò le due soluzioni in consiglio comunale, e poi si deciderà il futuro della questione», ha concluso Abbaticchio, alludendo proprio all'impegno che Damascelli avrebbe incassato da Nunziante in sede di consiglio Regionale di alcuni giorni fa.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni Baldassarre ha scritto il 13 gennaio 2018 alle 11:44 :

    via delle fornaci non é una strada secondo me idonea a baipassare via SantoSpirito forse e meglio via vecchia Palese nel frattempo mettete dei cessi a ridosso del passaggio a livello evitiamo di dare spettacolo. Rispondi a Giovanni Baldassarre

    GIUSEPPE PAPARELLA ha scritto il 15 gennaio 2018 alle 08:32 :

    ANCHE LA VIA VECCHIA PALESE NON E' UNA STRADA IDONEA A BYPASSARE IL PASSAGGIO A LIVELLO DI VIA SANTO SPIRITO,CONDIDERATA GIA' ADESSO L'ALTA PERICOLOSITA' DEL TRAFFICO VEICOLARE PER GLI ABITANTI DELLA ZONA.VA REALIZZATO INVECE IL SOTTOPASSO PER PERMETTE ANCHE LO SVILUPPO DELLA CITTA'OLTRE IL PASSAGGIO A LIVELLO,OSSIA SU VIA SANTO SPIRITO(SIC!) . Rispondi a GIUSEPPE PAPARELLA