Crescita ed integrazione

'Scuola, sport e disabilità', oggi la festa per la conclusione del progetto regionale

Un evento unico che accoglie scuole provenienti da ogni provincia pugliese, oltre a ben 280 studenti con disabilità seguiti da 160 docenti e 130 studenti 'tutor'

Attualità
Bitonto giovedì 17 maggio 2018
di La Redazione
Festa dello sport
Festa dello sport © n.c.

Questa mattina il complesso sportivo “S. Pio” di Bari - Santo Spirito farà da sfondo a una grande e partecipata festa dello sport. Un evento unico che accoglie scuole provenienti da ogni provincia pugliese, oltre a ben 280 studenti con disabilità seguiti da 160 docenti e 130 studenti “Tutor”. Promossa dal Comitato italiano paralimpico Puglia, dall’Ufficio scolastico regionale e dall’assessorato regionale allo sport per tutti, la giornata di attività sportiva e di cultura paralimpica si configura come un’ulteriore momento di valutazione dei risultati attesi dalla partecipazione ai campionati studenteschi nell’a.s. 2017/2018 nell’ambito del progetto regionale “Scuola, sport e disabilità”, a cui hanno preso parte le scuole partecipanti.

Quest’ultimo, organizzato dal Cip Puglia d’intesa ed in collaborazione con l’Usr Puglia, nasce con l’intento di consentire all’attività motoria di veicolare valori intrinseci di integrazione e crescita dei ragazzi con disabilità. Promuovendo l’attivazione di interventi che garantiscano agli studenti con bisogni speciali la possibilità di praticare una sana attività motoria e sportiva, il progetto regionale “Scuola, sport e disabilità” ha coinvolto, nell’a.s. 2017/2018, ben novantanove scuole secondarie di I e II Grado e circa 600 alunni con diverse forme di disabilità. Tale attività di avviamento alla pratica sportiva si propone essere continuativa: il meeting conclusivo dell’attività progettuale si terrà entro il mese di ottobre 2018, agganciandosi naturalmente all’avvio del progetto nel nuovo anno scolastico.

E la grande festa dello sport di oggi colora i campi del centro sportivo “S. Pio” di infinite sfumature, articolandosi in maniera attiva e dinamica attraverso numerose discipline sportive; sono previste, infatti, attività di tiro con l’arco, danza sportiva, lancio del vortex, getto del peso, orienteering “trail-o”, badminton, salto in lungo, 80/100 metri di corsa veloce. Tra momenti dedicati alle gare, alle premiazioni e momenti di pura condivisione, tutti gli alunni partecipanti si addentrano profondamente nella sfera dello sport paralimpico, avendo anche la possibilità di incontrare campioni che hanno fatto dello sport una grande forma di riscatto. I Testimonial dell’iniziativa sono, infatti, Giuseppe Catarinella, ambasciatore dello sport paralimpico e atleta della Nazionale di calcio a5 ciechi e Pietro Rosario Suma, campione italiano di parabadminton e atleta del gruppo paralimpico della Difesa. L’intero progetto, inoltre, si prefissa una mission primaria: mostrare ai piccoli campioni che con l’attività sportiva si può crescere insieme, correndo verso nuovi e più ampi traguardi, permettendo loro di comprendere quanto sia variopinto il mondo al di fuori della disabilità.

Lascia il tuo commento
commenti