Con il coinvolgimento di Anci Puglia e Comune

A scuola con la Protezione Civile, progetto di alternanza scuola/lavoro all’IISS “Volta-De Gemmis

Oggi l’esercitazione finale con la simulazione di un’emergenza per tumulti di massa

Attualità
Bitonto sabato 19 maggio 2018
di La Redazione
IIS Volta-De Gemmis
IIS Volta-De Gemmis © BitontoLive.it

Questa mattina un’esercitazione dinamica concluderà il progetto di alternanza scuola/lavoro in materia di protezione civile degli studenti dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore (IISS) “Volta- De Gemmis” di Bitonto.

I ragazzi della classe 5a AIA (Informatica) saranno impegnati, a partire dalle 10, nella simulazione di una maxi emergenza a seguito di tumulti di massa. L’esercitazione, che interesserà l’area di via Matteotti e via d’Angiò dove ha sede il plesso “Volta” con conseguente blocco della viabilità, coinvolgerà tutta la scuola (personale docente, alunni e personale Ata) e le strutture operative previste dal Piano comunale di protezione civile (personale dell’area di vigilanza del Corpo di Polizia locale, uomini e donne delle Misericordie, della Croce Rossa Italiana, del NPC Puglia e delle altre organizzazioni di volontariato territoriali).

Promosso dall’ANCI Puglia il percorso di alternanza scuola/lavoro, coordinato dal dirigente scolastico, dott.ssa Giovanna Palmulli, ha impegnato per due anni i giovani studenti, oggi diplomandi, nella conoscenza delle situazioni di pericolo che possono determinare anche inavvertitamente delle emergenze, simulando scenari e ipotizzando soluzioni tecniche e organizzative da proporre al Comune per una eventuale revisione e riqualificazione del piano di emergenza comunale.

I ragazzi coinvolti, futuri tecnici in informatica, sono stati coordinati dal dott. Giovanni de Trizio, tutor esterno per ANCI Puglia, dal prof. Gennaro Altamura, referente scolastico per l’Asl, e dalla prof.ssa Anna Maria Ferorelli, tutor Asl della classe.

“Gli studenti - spiega Giovanni de Trizio - hanno messo a punto tutte quelle discipline ausiliare al loro percorso di studi che li ha visti crescere nell’ambito delle attività della protezione civile, proiettandoli ad essere fautori, unitamente agli amministratori locali, nella promozione del nuovo concetto di “autoprotezione”, introdotto dal nuovo Codice della Protezione Civile, in vigore dal 6 febbraio 2018”

Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, massima autorità territoriale di protezione civile, nel complimentarsi per la sensibilità dei giovani concittadini, esprime “vivo apprezzamento a quanti si sono resi partecipi di un progetto che ha centrato in pieno l’importante obiettivo di coesione e sinergia tra due pubbliche amministrazioni: da una parte la scuola e dall’altra l’ente locale. Auspico che l’esperienza maturata possa essere modello per altri Comuni, esempio di una Bitonto positiva e propositiva”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuseppe Stellacci ha scritto il 19 maggio 2018 alle 10:42 :

    Peccato che l unitalsi non è stata coinvolta nell esercitazione,evidentemente non ci sono disabili.questa associazione è stata presente in Emilia,Abruzzo,Marche ecc. Grazie Rispondi a Giuseppe Stellacci