Social

Bitonto - giovedì 02 febbraio 2017 Cronaca

Arresto della polizia

Bloccano e rapinano un camionista, tre bitontini in manette

Sulla provinciale 231 l'hanno affiancato con una Lancia Delta e l'hanno costretto a fermarsi sotto la minaccia di una pistola

Auto della polizia © n.c.
di La Redazione

Con i volti coperti e armati, insieme ad un complice non identificato, a bordo di un'auto avrebbero affiancato e rapinato un autotrasportatore di derrate alimentari sulla provinciale 231 tra Andria e Corato. 

La polizia ha arrestato a Bitonto Arcangelo Cassano, di 24 anni, Vito Schiraldi di 25 e Antonello De Vito di 26. Sono accusati, in concorso, di rapina aggravata e porto e detenzione di armi comuni in luogo pubblico.

I tre sono stati fermati dalla polizia nell'ambito di un controllo stradale. Nella loro auto sono stati rinvenuti, oltre al carico di derrate alimentari, arnesi da scasso, uno scaldacollo, diverse paia di guanti da lavoro in gomma, torce, una chiave d'automobile tipo Fiat e altro materiale.

Gli arresti sono stati eseguiti mentre il camionista stava sporgendo denuncia nella caserma dei carabinieri di Modugno. La vittima ha riferito di essere stato avvicinato, mentre percorreva la provinciale 231 in direzione Bari col proprio autocarro, da una Lancia Delta di colore scuro, con quattro persone a bordo.

Dal finestrino anteriore destro si è sporto un passeggero, col volto coperto da passamontagna e armato di pistola, che gli ha intimato di fermarsi. Il camionista è stato costretto a sedersi a bordo della Lancia Delta dei malfattori, uno dei quali è sceso ponendosi alla guida dell'autocarro. Dopo circa mezz'ora il camionista è stato liberato e lasciato vicino al suo tir, ormai svuotato del carico, e poi soccorso da un'automobilista in transito.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo