La polemica

Vaccaro contesta la «fantasiosa» ricostruzione di Bacco

«Non fu la coalizione di centrosinistra a proporgli di partecipare alle primarie» precisa il segretario cittadino del Pd

Politica
Bitonto venerdì 21 aprile 2017
di Mariella Vitucci
Biagio Vaccaro
Biagio Vaccaro © n.c.

«Non fu il Pd a proporre a Bacco di partecipare alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco, ma fu lui a presentarsi, sostenuto da un movimento politico che faceva parte della nostra coalizione». Così Biagio Vaccaro, segretario del circolo Pd di Bitonto, replica a Pasquale Bacco, definendo «fantasiosa» la sua ricostruzione dell’incontro con la coalizione di centrosinistra, avvenuto dieci giorni prima dello scadere dei termini per la presentazione delle candidature alle primarie del 5 marzo.

Quell’incontro – precisa Vaccaro a BitontoLive – non ebbe luogo nella sede del Partito Democratico ma in quella del Psi, e non avvenne su invito del Pd né della coalizione di centrosinistra, ma per iniziativa del referente di “Valori Sociali” (Antonio Lisi, ndr), il quale volle proporre un candidato per le primarie.

«Ma la candidatura di Pasquale Bacco fu ritenuta dalla coalizione inaccettabile, perché la sua storia politica era in assoluto contrasto con un punto imprescindibile del regolamento delle primarie, ovvero l’adesione del candidato ai valori del centrosinistra. Bacco ha sempre aderito a movimenti di destra: nel 2008 si candidò a sindaco di Bitonto con La Destra-Fiamma Tricolore, e alle politiche del 2013 si candidò alla Camera nella lista di CasaPound. Per questo la sua candidatura è stata bocciata» spiega il segretario Pd.

Quanto poi al recruiting day che era stato organizzato dalla Meleam ieri a Palazzo di Città, Vaccaro ribadisce le perplessità di Lillino Sannicandro e della coalizione di centrosinistra sull’opportunità di un simile evento a poche settimane dalle amministrative, ed invita l’amministrazione comunale a chiarire se era stato concesso il patrocinio, visto che sul manifesto del recruiting day compare il logo del Comune e la dicitura “con il Comune di Bitonto”.

A precisa domanda, da Palazzo Gentile rispondono che «non è mai stato dato il patrocinio gratuito con delibera di giunta, come da regolamento. C’è stata un’interlocuzione tra la Meleam e la funzionaria dottoressa Scattone per l’istruttoria della delibera, ma non sono mai stati sottoposti al Comune, per l’approvazione, il manifesto e la locandina, che riportano una dicitura sbagliata anche qualora fosse stato approvato il patrocinio. Ecco perché si è deciso di annullare il recruiting day».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette