Attacco all'amministrazione comunale

A fuoco la palestra della scuola Sylos, il M5S: «Si poteva evitare?»

Il movimento politico d’opposizione pubblica una riflessione sulle condizioni della struttura scolastica, alla luce del rogo dei giorni scorsi

Politica
Bitonto sabato 12 agosto 2017
di La Redazione
Scuola media Carmine Sylos
Scuola media Carmine Sylos © n.c.

Attimi di paura, giovedì notte, negli spogliatoi della palestra della scuola media Carmine Sylos, in via Matteotti. Un corto circuito, probabilmente, ha innescato un incendio che ha colpito la struttura sportiva dell’edificio, sul lato di via Carrara. Alla luce di quanto accaduto, il Movimento Cinque Stelle ha pubblicato, sulla propria pagina facebook, una riflessione sulle condizioni della palestra incendiata, già precarie da mesi.

«Con sgomenta meraviglia apprendiamo di un violento incendio, di origine probabilmente non dolosa, scoppiato negli spogliatoi della palestra della scuola media Sylos, sembrerebbe a causa di un cortocircuito», esordisce la nota.

A quanto riferito dal movimento politico, già a marzo scorso gli attivisti del M5S, a seguito delle segnalazioni di alcuni genitori, avevano fatto un sopralluogo nella palestra e constatato le precarie condizioni strutturali della struttura, «dilaniata da infiltrazioni d’acqua e non più agibile per le attività degli studenti». Inoltre, dall’albo pretorio online del Comune, si evinceva che, gara d’appalto e spesa di oltre 55mila euro, l’amministrazione avrebbe provveduto entro l’estate al risanamento del Corpo “B” comprensivo delle aule sottostanti, senza riservare fondi per la palestra in decadimento.

«E’ risultato chiaro ai più attenti che lo stato di abbandono della palestra sarebbe perdurato anche per l’anno scolastico 2017/2018 – continua la nota - e forse anche oltre, ma ad accelerare il declino ci ha pensato il rogo notturno che “ha purificato tutti i mali”, coprendo gli effetti di una cattiva manutenzione. Ecco, appunto, “manutenere” un bene pubblico, senza bistrattarlo o lasciarlo all’ incuria, dovrebbe essere la regola e il compito di un’amministrazione comunale, affinché gli impianti preservino i requisiti di sicurezza e funzionalità».

E conclude: «Dunque, ci chiediamo, quando le ultime verifiche? Si poteva evitare questo declino della palestra Sylos? Intanto auspichiamo che, come la fenice, la palestra risorga dalle sue ceneri».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette