Presto le nomine

C'era una volta il delegato sindaco...

Dai consiglieri eletti nelle frazioni al segretario del partito di maggioranza, residente a Mariotto: ecco la rosa dei papabili

Politica
Bitonto martedì 22 agosto 2017
di Tommaso Cataldi
Piazza Roma a Mariotto
Piazza Roma a Mariotto © BitontoLive.it

Palombaio e Mariotto, frazioni del Comune di Bitonto, nella loro storia hanno sempre avuto un delegato sindaco, il cui compito principale era quello di fare da tramite, riportando al sindaco del capoluogo problemi ed istanze della sua frazione di riferimento ed esponendo ai propri concittadini le iniziative intraprese da Palazzo Gentile in favore della frazione.

Prima della modifica del Testo unico sugli enti locali, i delegati sindaci delle frazioni venivano scelti fra cittadini anche non eletti consiglieri ma comunque residenti a Palombaio e Mariotto. Di solito, era il segretario del partito di maggioranza a ricoprire questo ruolo: così è accaduto, infatti, fino all’amministrazione Valla. Ma questa consuetufine non è stata seguita durante il primo mandato di Abbaticchio, tant'è che il 5 aprile 2014 il primo cittadino nominò Vito Rosario Modugno delegato sindaco per Palombaio e Francesco Rutigliano per Mariotto. Per quanto riguarda il primo, la motivazione per la scelta di un “esterno” come delegato sindaco si spiegava con la mancanza di consiglieri palmaristi eletti, mentre per il secondo le ragioni non furono esplicitate, tanto più che era stato eletto il mariottano Gaetano De Palma, all'epoca però all'opposizione.

Tra i cittadini delle frazioni, tre anni or sono, sorsero in effetti perplessità: può un “esterno”, un non residente nella frazione, interessarsi e farsi carico dei nostri problemi? E la risposta fu evidente dopo appena qualche mese. Francesco Rutigliano, delegato sindaco di Mariotto, rassegnò le dimissioni il 19 gennaio 2015, dopo appena nove mesi perché «la delega – affermò egli stesso in un comunicato – era stata intesa come un modo per liberare Palazzo Gentile dal peso della frazione». Non si fece attendere la risposta di Abbaticchio: «Amministrare Mariotto per me è un onore, altro che peso!». Per quanto riguarda invece Vito Rosario Modugno, dal 2014 al 2017 delegato sindaco di Palombaio, il suo interessamento alla frazione non ha prodotto alcun risultato evidente (spiace sottolinearlo) né è mai stato presente in loco per dialogare con i residenti.


Cosa accadrà nell’Abbaticchio bis?

Il primo cittadino ha anticipato a BitontoLive che nominerà presto i delegati sindaci delle frazioni. Rispetto al 2012, il quadro politico è totalmente cambiato. Di Palombaio è stato eletto consigliere Arcangelo Putignano (Tra la gente) mentre Mariotto può vantare un assessore: Gaetano De Palma. Inoltre all’opposizione c’è Dino Ciminiello (Movimento 5 stelle) in consiglio comunale, originario di Mariotto e residente a Palombaio.

Secondo indiscrezioni, la delega di sindaco per Palombaio dovrebbe andare a Putignano, sebbene la delega sarebbe ambita anche da Marida Milo Milo (eletta nella lista Riformisti Cattolici Popolari), che si era detta palmarista nel comizio pre elettorale in piazza Milite Ignoto, e poi bitontina nel comizio di ringraziamento in piazza Moro a Bitonto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sergio lisi ha scritto il 22 agosto 2017 alle 10:39 :

    Risultato egregio Sig sindaco che la frazione di Mariotto pur avendo un'assesorato da pochi giorni , ha delle panchine nella piazza da circa due anni dove non è possibile sedersi perché mancano sostegni in legno e non penso che nessuno le abbia mai segnalato di questa problematica . Rispondi a Sergio lisi

Le più commentate
Le più lette