La nota

Movimenti neofascisti, lettera aperta al sindaco Abbaticchio

Hanno aderito Mezzo@caffè, Potere al Popolo, avvocati antifascisti, comitato di Salute Pubblica, Cristiani antifascisti, nucleo operai della Bosch, insegnanti democratici, scrittori democratici, Rifondazione Comunista di Bitonto

Politica
Bitonto martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Antifascismo
Antifascismo © n. c.

"Forze politiche, associazioni e cittadini di diverso orientamento politico ma sensibili allo stesso modo alla difesa della Costituzione nata dall'Antifascismo si sono incontrati nella sede dell'Associazione di cultura politica "ARTICOLOTRE" per manifestare il loro disappunto e la loro preoccupazione per il risorgere di nazionalismi, xenofobia in Europa e di Fascismo (come Forza Nuova e Casa Pound) in Italia, e hanno convenuto sull'opportunità di non sottovalutare il fenomeno di fronte al quale occorre chiedere alle istituzioni e alla società civile di tenere alta la guardia e tolleranza zero.

Atteggiamenti ed iniziative che mostrano pericolose analogie con il fascismo sono vietate dalla XII transitoria finale della Costituzione. Finora, "c'è stata troppa accondiscendenza" dalla parte sia della società sia di certi organi e rappresentanti dello Stato. L'indulgenza, il lasciar correre, minimizzare sempre porta pericolosamente all'espansione del fenomeno, che dovrebbe invece essere bloccato.

Per questi motivi chiediamo al Sindaco Abbaticchio di vietare gli spazi pubblici ai movimenti che sotto qualsiasi forma si ispirano al fascismo, questa disposizione dovrà essere inserita nel nuovo regolamento per l'applicazione spazi ed aree pubbliche che la Giunta dovrà presentare al consiglio comunale. Il sindaco Abbaticchio che più volte ha dichiarato che la sua coalizione si ispira ai valori del "Centro-Sinistra", non avrà problemi nel recepire positivamente quest'iniziativa, sperando che non resti isolata ma si diffonda a tutti i comuni pugliesi che dovrebbero seguire l'esempio delle amministrazioni comunali di Bologna, Pisa, Vicenza, a cui ci siamo ispirati.

Si ritiene altresì che a Bitonto va rafforzata una vera cultura antifascista nelle scuole, tra i cittadini, nelle Istituzioni, anche tra i Magistrati, affinché siano rigidi nel far rispettare la Costituzione e le leggi, perché non si vogliono più vedere a Bitonto personaggi che inneggiano al fascismo".

Hanno aderito a questa lettera la redazione di Mezzo@caffè, Potere al Popolo, avvocati antifascisti, comitato di bitonto di Salute Pubblica, Cristiani antifascisti, nucleo operai della Bosch, insegnanti democratici, scrittori democratici, Rifondazione Comunista di Bitonto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angela Ruggiero ha scritto il 17 aprile 2018 alle 04:54 :

    "il Fascismo eterno può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherato e di puntare l'indice si ognuna delle sue nuove forme ogni giorno, in ogni parte del mondo". UMBERTO ECO Rispondi a Angela Ruggiero