Situazione attuale

Comitati di quartiere, Mangini: «Entro dicembre saranno dieci quelli attivi»

A marzo è scaduto il mandato del quartiere di Palombaio, mentre ad ottobre ne decadranno altri quattro

Politica
Bitonto lunedì 14 maggio 2018
di Tommaso Cataldi
Palazzo di Città: quartiere 5
Palazzo di Città: quartiere 5 © BitontoLive.it (Francesco Cuoccio)

In teoria, nel territorio bitontino dovrebbero essere attivi 16 Comitati di quartiere, di cui due situati nelle frazioni di Palombaio e Mariotto. Era questa l’idea dapprima pensata e poi attuata dalla prima amministrazione Abbaticchio e dall’assessore Rino Mangini: fornire ai cittadini uno strumento di partecipazione, riconosciuto e condiviso, che potesse diminuire la distanza tra popolazione e politica locale.

A quattro anni dai primi passi mossi in funzione dei Comitati di quartiere, però, non è andato tutto per il verso giusto. Dal sito istituzionale del Comune di Bitonto, si registra che all’inizio furono 15 i quartieri per i quali alcuni cittadini si fecero promotori, con l’unica eccezione di Mariotto: la frazione all’epoca scelse di non cominciare questo percorso, evidentemente sentendosi già rappresentata da altre associazioni del territorio. Palombaio, al contrario, fu il quartiere più rapido e volenteroso a riunirsi, tanto da creare in tempi brevi un’assemblea costituente ed eleggere il proprio consiglio direttivo il 15 marzo 2015.

Nei mesi successivi, altri sei quartieri elessero i propri consigli direttivi e il mandato di quattro di essi scadrà nel prossimo mese di ottobre. Per un totale, quindi, di sette quartieri su sedici.

BitontoLive ha intervistato l’assessore Mangini, competente al ramo, sulla situazione attuale dei Comitati di quartiere bitontini: «Considerato che ad ottobre decadranno quattro Cdq – dichiara l’esponente di Progetto comune viviamo la città – pubblicheremo i relativi bandi, comprendendo anche Palombaio ed altri quartieri. A dicembre quindi contiamo di avere attivi in città ben dieci Comitati».

Lascia il tuo commento
commenti