Il resoconto del regista

Il grande cuore (di farfalla) della compagnia 'Okiko', nei giorni scorsi al Traetta

Meola: «'Bride cuore di farfalla’ è stato un successo perché il significato di tutto è racchiuso in una frase: il Bene trionfa e trionferà sempre»

Spettacolo
Bitonto lunedì 14 maggio 2018
di La Redazione
'Bride, cuore di farfalla' al teatro Traetta
'Bride, cuore di farfalla' al teatro Traetta © Massimiliano Robles

Esiste una compagnia teatrale a Bitonto che, da tre anni, fa vibrare le corde dell’anima a chi si reca a teatro per assistere ad una sua produzione. Ogni anno un nuovo spettacolo, frutto dell’entusiasmo e dell’abnegazione tipici della giovinezza e di chi ci mette passione.

Sono tutti giovani, infatti, e appassionati di teatro, i ragazzi che compongono “Okiko The Drama Company”, guidati dalla creatività del regista Piergiorgio Meola, che l’ha fondata. Anche quest’anno la compagnia ha messo su una nuova produzione, “Bride, cuore di farfalla”, andata in scena al Traetta nei giorni scorsi.

Un testo, scritto come sempre da Meola, che parla di amore e di amicizia, di sogni e di libertà, racchiusi in un cuore di farfalla. «Ho sempre collegato la bellezza e delicatezza di una sposa alla libertà e alla carica del battito d’ali di una creatura così apparentemente debole, in particolare dopo un sogno che ho fatto e da cui è nato lo spettacolo, come mi succede la maggior parte delle volte in cui vengo ispirato» spiega a proposito Piergiorgio Meola.

Come spesso accade, l’ispirazione per un’opera teatrale o letteraria nasce per caso. È stato così anche per “Bride, cuore di farfalla”, come ci ha spiegato il regista: «Tutto è partito da un sogno e tutto è ancora un grande sogno! Ringrazio i miei ragazzi, l'uomo della mia vita e le mie vere Amiche! Mia sorella, il mio papà. E come sempre faccio e farò, ringrazio mia Madre perché senza di lei, le sue storie, il suo amore...non sarei mai diventato un cuore di farfalla!»

L’amicizia, il sogno, ma soprattutto l’amore, ricorrono spesso nei testi teatrali di ‘Okiko’ ed è proprio qui che si racchiude anche il significato di questa produzione. «Questa volta le emozioni sono state tantissime – spiega ancora Meola ai taccuini di BitontoLive – e tutti hanno applaudito ciò che di più bello esiste al mondo: l'Amore! Quello con la A maiuscola, perché per me non esiste altro modo per scrivere questa parola!».

«Tutto ciò che facciamo – continua – è preceduto da una lettera maiuscola! Siamo ancora pieni di energia e carichi di tutto il riscontro che abbiamo ricevuto! ‘Bride cuore di farfalla’ è stato un successo per ben due giorni perché il significato di tutto è racchiuso solo ed esclusivamente in una frase: il Bene trionfa e trionferà sempre! L'Amore trionferà sempre. Ed io, noi, siamo Amore!».

Un successo raggiunto grazie al lavoro e al sacrificio di tutta la compagnia, in particolare degli attori Teresa La Tegola, Alessia Ricciardi, Rosa Masellis, Giuseppe Visaggi, Angela Ubaldino, Manu Licinio e degli assistenti di scena e collaboratori Valeria Summo, Michele D’Amore e Stefania Sannicandro.

E adesso che i riflettori si sono spenti, ma solo momentaneamente, il bilancio non può che essere positivo. A confermarcelo è sempre il giovane regista: «Come ogni volta è stata una grande emozione portare in scena uno spettacolo nuovo per il pubblico! Come sempre il pubblico ha apprezzato il lavoro!».

«Quello che posso dire alla fine di tutto – conclude Piergiorgio – è che il mondo deve Amare, Sognare, Vivere. Perché solo così si affronta questo viaggio! Solo così si può puntare alla luce. Sono ancora tante le avventure che aspettano i nostri figli della Luna, che da dicembre sono diventati realmente Compatti, uniti, innamorati l'uno dell'altra. Anime gemelle unite in un solo universo! E questo è tutto!».

Lascia il tuo commento
commenti