Speciale Elezioni 2022

Appuntamento con le urne anche per gli elettori bitontini che, il prossimo 12 giugno, saranno chiamati ad esprimere il loro voto su cinque quesiti referendari abrogativi. Le operazioni di voto inizieranno domenica 12 alle ore 7 e termineranno alle ore 23.

Si tratta della diciottesima tornata referendaria abrogativa nella storia della Repubblica italiana e si voterà per abrogare – o mantenere in vigore- i testi di legge relativi a:

– Incandidabilità dopo la condanna: il Referendum n.1 andrebbe, di fatto, ad eliminare la Legge Severino che prevede l'incandidabilità, l'ineleggibilità e la decadenza dalle cariche pubbliche elettive in caso di condanna definitiva per alcuni reati.

– Custodia cautelare durante le indagini: il Referendum n.2 chiede che la reiterazione del reato non sia più motivo per disporre la custodia cautelare in carcere o ai domiciliari. Attualmente per ottenere tali misure devono configurarsi 3 casi: pericolo di fuga, pericolo di inquinamento probatorio e, appunto, il pericolo di reiterazione del reato.

– Separazione delle carriere: il Referendum n.3 andrebbe a modificare la norma che prevede, attualmente, la possibilità di passaggio tra giudice e pubblico ministero. Con l'approvazione del Referendum tale passaggio non sarebbe più possibile.

– Valutazione degli avvocati sui magistrati:  il Referendum n.4 ha come obiettivo l’abrogazione delle regole che limitano la partecipazione dei membri non togati alle deliberazioni del Consiglio diretto della Corte di Cassazione e dei Consigli Giudiziari.

– Riforma del Consiglio Superiore della Magistratura: Il Referendum n.5 punta all'abrogazione della norma che le firme di 25 colleghi magistrati per l’elezione nel CSM. L'eventuale abrogazion della norma consentirebbe a chiunque di presentarsi, senza alcun supporto dai colleghi.

Come si vota

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 del 12 giugno 2022. Si vota in un solo giorno. L'elettore dovrà deve presentarsi al seggio munito di un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non avesse tali documenti può richiederli agli uffici comunali che resteranno aperti per tutta la durata delle votazioni. Per quanto riguarda la modalità di voto, ciascun elettore potrà: apporre una croce sul SI se desidera che la norma sottoposta a Referendum sia abrogata; apporre una croce sul NO se desidera che la norma sottoposta a Referendum resti in vigore.

Il quorum

È previsto il raggiungimento del quorum con la partecipazione al voto della metà più uno degli aventi diritto. Qualora il quorum non dovesse essere raggiunto i quesiti resteranno validi. Affinché il referendum abrogativo sia valido dovranno votare la metà più uno degli elettori aventi diritto. Se il quorum non dovesse essere raggiunto i cinque quesiti resteranno validi.

Chi può votare

Potranno votare tutti i cittadini, iscritti alle liste elettorali del Comune di Bitonto, che avranno compiuto il diciottesimo anno di età il 12 giugno 2022. Per i cittadini italiani residenti all’estero (Aire) potranno scegliere di votare all’estero. I cittadini italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero- per un periodo di almeno tre mesi. Tale opportunità è concessa a coloro che abbiano fatto pervenire al Comune di residenza apposito mudulo entro lo scorso 11 maggio.

La tessera elettorale

In caso di deterioramento, smarrimento o furto della tessera, il Comune rilascia il duplicato della stessa, previa presentazione da parte dell'interessato di apposita domanda. Ai nuovi residenti viene recapitata a domicilio la nuova tessera e ritirata quella del Comune di provenienza. In caso di cambio di residenza all'interno del Comune e conseguente cambio di sezione elettorale: sarà spedita a domicilio un'etichetta adesiva di aggiornamento dei dati che l'elettore  applicherà sulla tessera elettorale in suo possesso, in corrispondenza della parte relativa ai dati personali modificati.