Antonio Felice Uricchio, giurista nativo di Bitonto, conta sul sostegno dei tanti bitontini della comunità accademica barese

Nuovo Rettore università di Bari, restano in lizza solo Uricchio e Bronzini

Dopo il ritiro degli altri tre candidati, la terza votazione di domani e giovedì potrebbe essere decisiva

Attualità
Bitonto martedì 02 luglio 2013
di La Redazione
Ateneo di Bari, ingresso monumentale
Ateneo di Bari, ingresso monumentale © n.c.

Ore decisive per il futuro Rettore dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Domani e giovedì, infatti, è in programma il terzo turno delle votazioni per l’elezione del docente che guiderà l’Ateneo barese nei prossimi anni, al termine del mandato di Corrado Petrocelli.
Anche in questa terza tornata è richiesta la maggioranza assoluta dei votanti “pesati” (docenti e ricercatori valgono 1, studenti e dottorandi 0,85 e personale tecnico-amministrativo 0,15). Essendo rimasti in corsa solo in due, dopo il ritiro (che avevamo annunciato) di Di Rienzo, Serio e Spinelli, questo turno si prefigura come un vero e proprio ballottaggio anticipato.
A contendersi la poltrona di Rettore due docenti di area umanistica: il 52enne giurista Antonio Felice Uricchio, ordinario di Diritto tributario, direttore del Dipartimento "Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture" e già Preside della II Facoltà di Giurisprudenza a Taranto, si oppone al 54enne linguista barese Stefano Bronzini, figlio del noto prof. Giovanni Battista Bronzini ordinario nella stessa Università di Storia delle tradizioni popolari, scomparso nel 2002.
Ordinario di letteratura inglese, Bronzini è componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo barese e già delegato del Rettore per la comunicazione.
Uricchio, in virtù delle sue radici e dei suoi legami con la nostra città (è nato a Bitonto da madre bitontina e padre materano ed ancora oggi conta in città parenti e amici, per cui lo si vede spesso in giro da noi) confida nel sostegno convinto dei tanti bitontini che popolano la comunità accademica barese.
Per Bitonto, che già oggi vanta la presenza alla Direzione Generale del più grande ateneo pugliese di un altro bitontino, l’avv. Gaetano Prudente, l’elezione a Rettore di Uricchio sarebbe motivo di grande orgoglio.
Il vantaggio del giurista sul prof. Bronzini nelle prime due tornate è cresciuto, passando dal 10,42% del primo turno al 13,61% del secondo turno. Se dovesse rimanere invariato anche al voto di domani e dopodomani, potrebbe bastare ad Uricchio per tagliare il traguardo davanti all’avversario. Ovviamente tutto dipenderà dal riposizionamento degli elettori, dopo il ritiro dei candidati dell’area scientifica (Gabriella Serio e Paolo Spinelli) e dell’area giuridica (Massimo Di Rienzo), senza dimenticare che se i due dovessero ritrovarsi molto vicini nelle preferenze, il numero di schede bianche o nulle potrebbe determinare il ricorso alla votazione di ballottaggio, impedendo il raggiungimento del quorum richiesto (maggioranza assoluta dei votanti).

Lascia il tuo commento
commenti