Tutti i dettagli saranno spiegati domani alle 11 in una conferenza stampa di Legambiente a Bari

“Puglia eternit free”, Bitonto tra i comuni capofila

Il progetto prevede l'assistenza ai privati per la progettazione gratuita fatta da esperti, ai fini della rimozione obbligatoria dell'amianto

Attualità
Bitonto giovedì 04 dicembre 2014
di Annarita Cariello
Amianto per le strade
Amianto per le strade © 5 Stelle per Fasano

"Puglia eternit free", la prima campagna regionale di informazione sul rischio legato all'amianto, promossa da Legambiente Puglia con il patrocinio dell’Assessorato alla Qualità dell’ambiente della Regione Puglia e con la collaborazione del partner tecnico Teorema Spa, parte domani, 5 dicembre, con una conferenza stampa di presentazione, che si terrà a Bari alle 11 alla Direzione regionale Puglia di Legambiente (via della Resistenza 48).

Si tratta di un'iniziativa che punta a garantire la rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole, così come disposto dalla legge n. 257/92 e dal Piano Regionale Amianto della Regione Puglia che prevede, tra l’altro, l’avvio del censimento obbligatorio. Attraverso questo censimento gratuito, prenotabile via internet o chiamando al numero verde 800 131026, gli operatori addetti potranno garantire una progettazione gratutita dei costi che il privato dovrà sostenere per la rimozione obbligatoria dell'amianto.

Tra i comuni pugliesi capofila anche Bitonto, che ha prontamente aderito all'iniziativa regionale. «Il progetto prevede una assistenza completamente gratuita per la progettazione ai privati per la rimozione di amianto sui propri terreni o tetti di edifici», ha spiegato il sindaco Michele Abbaticchio. «Con questa iniziativa i privati non pagano la progettazione e possono conoscere l'esatto importo per la obbligatoria rimozione dell'amianto, che resta a carico loro», ha precisato.

Un progetto, questo, che, come ha tenuto a sottolineare il primo cittadino, «fa il paio con i 250mila euro che abbiamo impegnato, grazie alla vittoria per due anni consecutivi delle graduatorie regionali, della rimozione amianto su aree pubbliche». I lavori al primo lotto selezionato dovrebbero cominciare entro fine dicembre, appena il Comune riceverà il via libera dall'Agenzia delle Entrate per la ditta che svolgerà le operazioni di bonifica.

Come scriveva BitontoLive lo scorso settembre (http://www.bitontolive.it/news/Attualita/326438/news.aspx), la Regione Puglia ha promosso Bitonto per il progetto di 90mila euro, finalizzato alla rimozione di rifiuti in amianto in aree pubbliche.
Il contributo regionale, derivante dai fondi ecotassa, consisteva in 60mila euro, a cui si sono aggiunti i 30mila euro del cofinanziamento comunale. Il progetto finanziato, inoltre, si sommava  al precedente intervento di risanamento dell’importo di 100mila euro, cofinanziato al 50% dalla Regione Puglia, con il quale saranno rimosse più di 3mila tonnellate di materiale da cinque aree oggetto di abbandono di rifiuti (tre nel centro urbano: via Burrone, compreso il prolungamento sulla strada di accesso all’impianto di sollevamento del depuratore, strada vicinale cosiddetta “Pozzo Cupo” e via Appia Traiana; 2 nella frazione di Mariotto: via Mentana e via Fornaci).
Nel nuovo progetto rientrano, invece, tre aree, per una superficie complessiva di oltre 9mila metri quadrati: via Ugo La Malfa e il suo prolungamento sino alla biforcazione per la via vecchia per Molfetta, la località “Murgia della Città” nel Parco dell’Alta Murgia e un fondo in contrada “Catapano” a Mariotto.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti