Festival della poesia di strada

Bitonto capitale della poesia con Le Corti dei miracoli

Sabato 6 agosto la quarta edizione a cura del Cenacolo dei Poeti

Cultura
Bitonto mercoledì 03 agosto 2016
di La Redazione
Poesia al Torrione Angioino
Poesia al Torrione Angioino © Cenacolo dei Poeti

A fine Settecento, negli anni tra il ritorno a Roma di Pio IX e la Breccia di Porta Pia, un gruppo di giovani poeti formò un proprio Cenacolo all'interno dell'Accademia tiberina. Ogni lunedì nel palazzo de’ Sabini a Roma, questi giovani poeti si riunivano per leggere e declamare poesie inedite. Il Cenacolo si è rivelato nel tempo uno strumento di animazione e dibattito per esponenti della creatività e del mondo accademico, condizionando le sorti della letteratura italiana.

Il festival di poesia Le Corti dei miracoli, la cui quarta edizione si terrà sabato 6 agosto a partire dalle 20 a Bitonto, vuole recuperare una dimensione contemporanea di quello che era una volta il Cenacolo dell'Accademia tiberina. Ed ecco che per una sera il nostro centro antico diventerà meta di poeti e artisti che vorranno declamare e condividere versi inediti. Tra le zone coinvolte, per la prima volta, anche la piazzetta dell'Accademia degli Infiammati, in onore dell’Accademia degli Infiammati sorta a Bitonto nel Seicento. Nel 1669 Bitonto era la seconda città di Puglia, dopo Lecce, e vide il fiorire di circoli e botteghe d’arte. Vi si riunivano mecenati, artisti, sacerdoti e personalità politiche che promuovevano la cultura.

Aspettando Le Corti dei miracoli

BitontoLive sta promuovendo il festival attraverso la pubblicazione di "Apettando le Corti dei miracoli": una serie di interviste realizzate ai protagonisti dell'edizione 2015 da Mariagrazia Lamonaca, con immagini e montaggio a cura di Mimmo Latilla http://www.bitontolive.it/news/Cultura/437682/news.aspx

Il festival, giunto alla sua quarta edizione, si candida a diventare il più grande raduno all’aperto di poeti in Puglia. Alla manifestazione, curata dall’associazione culturale Cenacolo dei Poeti e promossa dall’assessorato al marketing territoriale del Comune di Bitonto, parteciperanno liberamente tutti i poeti e gli amanti della poesia. Un festival democratico e in pieno accordo con lo spirito del Cenacolo. Passeggiando per le vie di Bitonto si potranno incontrare poeti e artisti intenti a declamare poesie inedite, contemporanee o ripescate dalla saggezza del passato.

Sono in programma visite guidate pomeridiane e serali gratuite per le corti (prenotazioni al 392 2820895), aperitivi allo Spleen cafè letterario, conferenze, reading, recital e un focus dedicato allo scrittore nigeriano Ken Saro-Wiwa.

Tra gli artisti che hanno già confermato la loro adesione ci sono Marinella Napoli (The Voice Of Italy); i Folkemigra, gruppo folk di Francesco Minuti; Franco Regina e la sua beat-folk-poetry band; Pina Santoro (psichiatra e poetessa, responsabile di percorsi terapeutici attraverso la poesia), Cettina Fazio Bonina (presidente dell'associazione Porta d'Oriente), la napoletana Marianunzia Masullo e tanti altri.

Il premio

In questa edizione sarà lanciato il Poetry Movie Award, premio ad una produzione cinematografica che riguardi la poesia in tutte le sue forme e manifestazioni.

Il primo premio sarà consegnato a Lucilla Colonna per il film “Festina lente“. Il primo lungometraggio della regista racconta cinquanta anni di Rinascimento italiano attraverso gli occhi della poetessa e nobildonna Vittoria Colonna (1490-1547). Donna di grande sensibilità e cultura, scambiò corrispondenza con le personalità più influenti del Rinascimento: Ludovico Ariosto, Pietro Aretino, divenne amica e confidente di Michelangelo Buonarroti, che le dedicò alcuni dei suoi più struggenti sonetti, in cui la magnificava con parole come queste: "Un uomo in una donna, anzi un dio, tramite la sua bocca parla". Il film è stato già premiato al Wild Rose Film Fest 2016, al Barcelona Planet Film Festival 2016: Best Actress Award, e all’International Independent Film Awards 2016: Best Soundtrack, Best Costume Design.

La proiezione del film "Festina lente" si terrà alle 21 nell'arena Rogadeo (atrio della Biblioteca comunale) a cura dell’associazione Just imagine.

La mostra

In contemporanea a questo raduno dei poeti, si terrà un’estemporanea di pittura sulla terrazza del Torrione Angioino a cura dell’associazione MariArte di Maria Cucinella e Piergiorgio Meola.

I luoghi

Il festival si svolgerà interamente all’aperto tra via Amodeo, piazza Cavour e corti.

Ad ogni edizione si cerca di coinvolgere nuove corti e spiazzi non ancora interessati dalla movida culturale. Quest'anno tocca alla piazzetta dell'Accademia degli Infiammati, dietro la chiesa di San Michele, che reca il nome di un'antica forma associativa intellettuale affermatasi a Bitonto, a cui i poeti intendono dedicare l'iniziativa. 

«Vogliamo riproporre l'antica vita comunitaria delle corti attraverso salotti di belle parole coinvolgendo i residenti, addentrandoci di volta in volta in luoghi e piazzette non ancora interessate dalla movida culturale. Una missione in linea con la politica del sindaco Michele Abbaticchio: valorizzare e rendere fruibile il nostro bellissimo centro storico» spiegano gli organizzatori Nicola Abbondanza (ideatore del format), Pasquale Rienzo (direttore artistico e organizzativo) e Umberto Ruggiero (direttore artistico, copywriter, storyteller, web master e social manager).

La segreteria del premio Poetry Movie Award è curata da Giovanni Botticella e Nicola Maselli.

Prossimi eventi

Il 28 agosto, sempre a Bitonto, il Cenacolo dei Poeti ospiterà il reading di Carla Abbaticchio e un ciclo di conferenze tra settembre e ottobre con Silvio Raffo della rivista Poesia di Milano, traduttore delle sorelle Brontë e di Emily Dickinson, e il recital del canzoniere di Petrarca a cura del poeta Francesco Salamina. Ad ottobre si continua con un concorso nazionale di Poesia e Narrativa il cui bando sarà pubblicato sul sito www.cenacolodeipoeti.eu.

Lascia il tuo commento
commenti