Otto centri dedicati, quattro punti territoriali e centri spot delle residenze per anziani

ASL Bari, più di 3mila vaccinazioni anti Covid tra oggi e domani

Entro venerdì si prevede di completare la somministrazione a tutto il personale ospedaliero

Attualità
Bitonto mercoledì 06 gennaio 2021
di La Redazione
Vaccinazione anti Covid
Vaccinazione anti Covid © ASL Bari

Oltre 1.500 dosi da somministrare oggi, giorno dell’Epifania, e quasi altrettante domani, 7 gennaio, per un totale di 3.024 vaccinazioni in 48 ore. La campagna vaccinazioni dell’ASL Bari sta entrando nel vivo, per riuscire a garantire la prima somministrazione a tutto il personale impegnato nelle strutture ospedaliere e poi nei servizi territoriali e nelle residenze per anziani.

Il programma messo a punto dal Nucleo Operativo Aziendale Vaccini coinvolge tutti i presidi ospedalieri (Di Venere-Triggiano, San Paolo, Altamura, Corato, Molfetta, Monopoli e Putignano) più il presidio post acuzie di Terlizzi, per un totale di otto centri dedicati alla vaccinazione. Parallelamente stanno operando i punti vaccinali territoriali dei Servizi Igiene e Sanità Pubblica-SISP di Bari (postazione presso il Di Venere), Altamura, Alberobello e Noicattaro, oltre ai centri spot che, dopo il completamento di ieri a Villa Giovanna, si apriranno da oggi nelle Rsa, Rssa e nelle case di riposo di Bari e provincia.

Dal primo giorno di campagna, il 31 dicembre, i team di vaccinatori hanno lavorato senza sosta, incrementando man mano il numero dei vaccini iniettati, con 1.500 dosi programmate per oggi e altrettante per domani, e quantitativi elevati anche per venerdì 8 gennaio, quando si prevede di completare la somministrazione a tutto il personale dei presidi ospedalieri.

Anche il Servizio di Emergenza Territoriale 118, che conta circa 700 unità tra personale dipendente, convenzionati e volontari, ha già cominciato la profilassi con 200 dosi di vaccino inoculate.

A seguire, si procederà con la somministrazione al personale territoriale e quindi alle figure professionali tecniche e amministrative, in modo da assicurare la copertura vaccinale praticamente a tutti i dipendenti dell’ASL Bari.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 06 gennaio 2021 alle 19:21 :

    Del resto anche l'Aifa è stata evasiva in quasi tutte le risposte sul vaccino Pfiizer, perché di questo vaccino ne sa ancora davvero poco. Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 06 gennaio 2021 alle 11:36 :

    Nonostante il vaccino dicono che solo il lockdown può salvarci. Purtroppo non ci ha salvati il primo lockdown (primavera 2020) e neppure quello dell’autunno, che doveva salvare il Natale. Ora abbiamo un lockdown che dovrebbe salvarci dalla "terza ondata". La narrazione governativa comincia a essere sempre meno credibile. Rispondi a Franco

  • GIANPAOLO Damascelli ha scritto il 06 gennaio 2021 alle 08:25 :

    Finalmente qualcosa si legge di buono in questa Sanità che lascia molto a desiderare come assistenza ai cittadini! Rispondi a GIANPAOLO Damascelli

    Maria P. ha scritto il 07 gennaio 2021 alle 11:45 :

    Buone notizie, ma solo per Pfizer..... Rispondi a Maria P.