Il consorzio riunisce i “produttori artigiani” pugliesi di extravergine d'oliva di alta qualità

Il Movimento Turismo dell’Olio Puglia prepara il rilancio post Covid

Rinnovate le cariche sociali della compagine. Confermati alla guida del consorzio il produttore salentino Donato Taurino e Doriana Cisonno

Attualità
Bitonto domenica 21 febbraio 2021
di La Redazione
Taurino e Cisonno
Taurino e Cisonno © Movimento Turismo dell'Olio Puglia

Dopo aver approvato il nuovo statuto,  il Movimento Turismo dell’Olio Puglia  ha rinnovato le cariche, confermando Donato Taurino alla guida del consorzio che riunisce i “produttori artigiani” pugliesi di olio extravergine di oliva di alta qualità, sempre in prima linea nel raccontare e promuovere le eccellenze dell'arte olivicola e dell’oleo turismo in Puglia. 

Tutti nuovi e prestigiosi i nomi dei neo eletti consiglieri di amministrazione, pronti a misurarsi con le nuove sfide che attendono il settore dalla necessità di far conoscere la qualità del prodotto a quella di garantire all’oro verde di Puglia la piena capacità di essere attrattore turistico per il territorio regionale.  

Insieme al produttore salentino titolare della Società Agricola Taurino di Squinzano, impegnata a tramandare una tradizione familiare che vanta oltre mezzo secolo di vita, sono stati designati Armando Balestrazzi (azienda agrituristica Il Frantoio di Ostuni) in qualità di vicepresidente, e i consiglieri Maria Elena Ritrovato (azienda biologica Ritrovato di San Giovanni Rotondo), Maria De Carlo (azienda agricola De Carlo, Bitritto), Luca Esposito (azienda Le Ferre di Castellaneta). 

Il cda ha confermato Doriana Cisonno nel ruolo di direttore del Movimento. 

“Ringrazio i colleghi produttori per la fiducia e per la riconferma, ma anche e soprattutto per il grande impegno di tutti per questo nuovo corso che abbiamo abbracciato”, ha commentato Donato Taurino“La modifica dello statuto e del nome del nostro consorzio – ha aggiunto – non sono atti solo formali, ma indicano la volontà chiara di tutti noi di voler aprire le porte delle nostre aziende al turismo dell’olio. Siamo consapevoli di vivere sulla nostra pelle una crisi pandemica epocale, ma vogliamo agire nel segno dell’ottimismo, del coraggio e della speranza. Il turismo dell’olio ci aiuterà a generare sentimenti positivi diffusi: raccontare le nostre tradizioni, i luoghi di produzione, le storie legate a questo meraviglioso prodotto che è l’olio d’oliva di qualità aumenterà la consapevolezza di tutto il territorio di quanto importante sia questo nostro immenso patrimonio. È una sfida, e noi siamo in campo”.

“Ne son passati di anni – ha sottolineato Doriana Cisonno – perché ci si accorgesse dell’importanza di questo straordinario prodotto, valorizzato e promosso utilizzando l’impegno dei consorziati e i fondi comunitari messi a disposizione dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia. Il fermento e l’entusiasmo di tutti i frantoiani del MTOlio Puglia ha dato vita agli eventi ABC Olio e Ulivo Day, rivolti ai turisti gourmet curiosi di conoscere le qualità olfattive e gustative dell’olio evo. Abbiamo realizzato tante altre attività e progetti di formazione e informazione, attraverso un video  e un opuscolo informativo. Il Covid-19 purtroppo ha rallentato questo percorso di crescita, ma sono fiduciosa che presto potremo cogliere le opportunità che l’Europa ci metterà a disposizione, sviluppando attività green, intensificando la formazione e le collaborazioni con enti pubblici”.  

Prossimi passi del MTOPuglia, la promozione di campagne di sensibilizzazione sull’importanza nella dieta mediterranea di un buon olio extravergine di oliva, non solo alimento gustoso e naturale ma anche vera e propria fonte di polifenoli, vitamine e sostanze nutritive.

 

Lascia il tuo commento
commenti