La denuncia

Uffici postali aperti a giorni alterni, malumore nelle frazioni

Gli orari estivi stanno creando scontento tra gli utenti di Palombaio e Mariotto. L'auspicio è che la situazione non diventi permanente da settembre

Attualità
Bitonto mercoledì 21 luglio 2021
di Tommaso Cataldi
Ufficio postale di Palombaio
Ufficio postale di Palombaio © Google Maps

Può capitare che un utente vada all’ufficio postale e lo trovi inaspettatamente chiuso, senza un motivo valido o un cartello esposto all’esterno? Se si abita a Palombaio o Mariotto, la risposta è sì. È quel che accade dall’inizio della scorsa settimana.

Come molti utenti delle frazioni hanno segnalato, gli uffici postali di Palombaio e Mariotto sono aperti (o chiusi, dipende dai punti di vista) a giorni alterni. La risposta è rintracciabile in un cartello affisso solo all’interno degli uffici postali, poco visibile, che annuncia l’avvio degli orari estivi per i mesi di luglio e agosto perché pare che, oltre al pagamento delle pensioni, ci sia poca affluenza. Una situazione che crea però un precedente preoccupante: l’apertura a giorni alterni degli uffici postali sarebbe prevista per il momento solo fino ad agosto, ma chi dice che non possa diventare permanente? È il timore che serpeggia tra i residenti di Palombaio e Mariotto.

Se così fosse – e nessuno se lo augura – sarebbe un’ulteriore privazione per gli abitanti delle privazioni, così come anche denuncia una cittadina di Mariotto. C’era il distaccamento di una banca ed è stato chiuso, era presente un locale adibito alla Polizia locale è non viene più considerato, le due delegazioni comunali sono chiuse al pubblico da marzo 2020. Si sta andando incontro ad un vero e proprio smantellamento dei servizi minimi essenziali, con inevitabili ripercussioni sulla vita dei residenti di Palombaio e Mariotto. E i malumori che crescono di giorno in giorno.

Sono rimasti solo i plessi scolastici, per il momento. Ma quello è un altro capitolo…

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angela Maria salierno ha scritto il 23 luglio 2021 alle 06:00 :

    È la cultura dello sfacelo. Più la vita dovrebbe essere semplificata con i tempi moderni più si ritorna all' era della caverna. Qui se non mostriamo i denti ogni uno poi fa come gli pare. Solo una parola mi viene , vergogna. Rispondi a Angela Maria salierno