Grazie all'impegno degli assessori De Palma e Scolamacchia

Bitonto accoglierà undici rifugiati in fuga dall'Afghanistan

Saranno due singoli e nove appartenenti a nuclei familiari, in base alla disponibilità di posti individuati nell'ambito del SAI

Attualità
Bitonto sabato 28 agosto 2021
di Annarita Cariello
Rifugiati in fuga
Rifugiati in fuga © n.c.

Lo scorso 21 agosto il presidente della Regione, Michele Emiliano, aveva annunciato l'arrivo in Puglia di 40 rifugiati afgani, giunti a bordo di pullman messi a disposizione dalla Croce Rossa, attraverso il corridoio umanitario Kabul-Roma. Si tratta di una decina di nuclei familiari, ma anche di minori, donne e anziani. Il governatore aveva fatto sapere che i 40 afgani, risultati negativi ai test covid, erano tutti in buone condizioni di salute e che sarebbero dovuti restare in quarantena per 7-10 giorni.

Qualche giorno fa anche il Comune di Bitonto aveva dato notizia dei primi passi effettuati per accogliere alcuni dei rifugiati. La Prefettura di Bari aveva richiesto all'amministrazione, in qualità di Comune ospitante della rete del SAI (Sistema di Accoglienza e Protezione Rifugiati del Ministero dell'Interno), la disponibilità ad ospitare persone e famiglie.

L'assessore al welfare Gaetano De Palma, contattato da BitontoLive.it, ricostruisce la vicenda e ha ribadito la volontà del Comune di Bitonto di fare la propria parte in un momento così drammatico per il popolo afgano e per l'umanità intera.

«Ho preso a cuore la vicenda, in sinergia con l'assessora Angela Scolamacchia che detiene la delega assessorile al Servizio di Accoglienza e Integrazione e che gestisce le attività insieme alla dirigente dei servizio e ad un'assistente sociale», esordisce De Palma.

E poi spiega: «Nell'ambito dell'attuale SAI si è deciso, a livello governativo, di procedere all'inserimento di 2.500 afgani – collaboratori a vario titolo negli anni del Governo italiano in Afghanistan – che ad oggi corrono seri rischi d’incolumità a causa dell'attuale situazione politica e sociale. Il Governo ha avviato quest'operazione di ingresso di 2.500 collaboratori e ha deciso di far riferimento alla rete del SAI indirizzandoli nei Comuni ospitanti (tra cui Bitonto, da circa 20 anni) dove ci fossero posti disponibili, il cui numero è fissato dal Ministero dell'Interno».

Stando a quanto riferito dall'assessore, Bitonto ha dichiarato la disponibilità ad accogliere undici rifugiati afgani, di cui due singoli e altri nove appartenenti a nuclei familiari, da inserire nel progetto del SAI, che saranno coinvolti in tutte le attività d’integrazione gestite dalla cooperativa Auxilium. Parliamo di alloggi, attività di assistenza, mediazione linguistica e culturale, assistenza, sociale, burocratica…

«Come assessorati al welfare e al SAI – conclude De Palma – stiamo seguendo la situazione insieme a Prefettura e Anci, perché se ci venisse richiesto uno sforzo ulteriore, al di là dei posti già individuati, come amministrazione comunale siamo pronti a mettere a disposizione anche fondi del bilancio comunale per offrire ulteriore aiuto ai profughi afgani. Per fare questo sarà necessario fare rete con le associazioni del terzo settore presenti sul territorio, a partire dalla Caritas diocesana che a sua volta ha già dato disponibilità ad attuare qualsiasi tipo di attività verso i rifugiati, per mostrare concretamente la solidarietà e lo spirito di accoglienza della nostra città».

Anche l'assessora Scolamacchia ribadisce la forte volontà dell'amministrazione di mettersi a disposizione delle persone in fuga dall’inferno dell’Afghanistan, dichiarandosi pronta ad accogliere le indicazioni del Governo e a procedere tempestivamente all'accoglienza degli afgani indirizzati a Bitonto. Con l'auspicio che la città intera si dimostri accogliente e ospitale, ora più che mai.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 29 agosto 2021 alle 19:48 :

    110 migranti oggi sbarcati a Santa Maria di Leuca. Come si sono dichiarati? Afghani ovviamente. Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 29 agosto 2021 alle 10:38 :

    Il business dell'accoglienza ha sempre bisogno di certe narrazioni vittimiste. Ma quelli che fuggono oggi (o meglio che vengono trasportati) non sono gli afghani poveri (la maggioranza) ma quelli che stavano bene economicamente perché collaboravano con gli occupanti. Rispondi a Marco

    francesco ha scritto il 30 agosto 2021 alle 18:37 :

    e quindi meritano di essere abbandonati ??? se hanno collaborato è perchè facevano gli interessi degli italiani, oltre ai loro ovviamente Rispondi a francesco

  • G.T. ha scritto il 28 agosto 2021 alle 09:03 :

    giusta causa questa volta di oggettivo dramma nazionale. ben vengano questi afghani che tanto hanno patito. Rispondi a G.T.

    Augusto De Tullio ha scritto il 28 agosto 2021 alle 16:11 :

    Perché altre volte per altri contesti invece meritano di affondare vero???? Ricordo che gli afghani arrivavano aggrappati ai camion e in celle frigo, ma nessuno se li filava o restavano e restano bloccati nella Rotta Balcanica, ma nulla..ora tutti improvvisamente innamorati degli afghani??? Ah però guai alla accoglienza per migranti.....mentre ora con gli afghani ci sciaquiamo la coscienza per farci santi??? Ridicola ipocrisia, gli afghani si,altri per carità no......sai come è con altri non ci facciamo belli......ora invece si...... Rispondi a Augusto De Tullio

    G.T. ha scritto il 28 agosto 2021 alle 18:39 :

    quanti palestrati e non malnutriti con mosche e insetti di vario genere che gironzolano intorno a loro. Rispondi a G.T.

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:58 :

    Facile generalizzare parlando di palestrati etc...noi nel bene e nel male ringraziamo Dio perché stiamo con le chiappe nella bambagia....e giudichiamo altri con molta facilità.... molta superficialità......seduti su un divano e con tv....puntando dito su presunti palestrati...........beati noi.....e il nostro ditino......

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:53 :

    Allora a voler ragionare come te dovrei dire quanti " palestrati autoctoni " in salute ricevono reddito di cittadinanza e potrebbero andare a lavorare perché " robusti"?...ma che pregiudizi avete in testa??? Ma che modo di ragionare??? Per carità di Dio gli approfittatori ci sono....ma ovunque, i palestrati autoctoni pure..... Eviterei di riproporre pregiudizi così stomachevoli....e stereotipi.....che si potrebbero girare anche verso di noi...o no caro??? Risoarmiamoci immagini di mosche o palestre pee dire povertà o no!!!!

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:40 :

    Ah aggiungici che hanno il cellulare costoso ,mentre noi italiani abbiamo cellulari vecchi..... Quanto pregiudizio nelle tue parole.....non ci preoccupiamo comunque che il reddito di cittadinanza non ce lo tolgono se è di questo che abbiamo paura...Palestrati.....perdonami ma non trovo espressione più idiota di questa......ma già a sta gente faremo i conti pure se hanno un paio di scarpe più chic,mentre noi italiani continuiamo a percepire redditi di cittadinanza, spesso riscosso da non meritevoli....ma è tutta un'altra storia e su questo taciamo....ora a farci belli con gli afghani...ma giusto per,afghani che arrivavano aggrappati ai camion e in celle frigo o bloccati nella Rotta Balcanica...ma nulla, se non il ritenere fino a ieri anch'essi palestrati

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:26 :

    Palestrati ???? Già gli altri non fanno compassione, magari fuggono dalla povertà o da altri regimi e li chiamiamo palestrati........

    Marco ha scritto il 28 agosto 2021 alle 09:39 :

    Più che sulla più o meno "giusta causa" bisognerebbe interrogarsi sulla causa di tutto ciò. Ovvero una guerra inutile nata da un pretesto. È normale che ci carichiamo noi degli effetti collaterali della guerra dopo che per 20 anni altri hanno consumato 3 mila miliardi di dollari? Rispondi a Marco

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:32 :

    Effetti collaterali???? Ma che vocabopo orribile vai ad utilizzare? Al di là del netto giudizio di incompetenza degli Usa, però stanno evacuando anche loro migliaia di afghani Rispondi a Augusto De Tullio

    G.T. ha scritto il 29 agosto 2021 alle 06:29 :

    certo aggiungo anche abbigliamento, bici etc etc...reddito di cittadinanza? incontriamoci, armiamoci e combattiamo questa ingiustizia. che ne dici?

    G.T. ha scritto il 28 agosto 2021 alle 18:38 :

    è mai esistita una guerra intelligente? è mai esistita una guerra a costo zero sia in termini economici che umani? Rispondi a G.T.

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:56 :

    Quando ci si lamenta di migranti che arrivano etc ,magari facciamo autocritica sulle guerre coloniali che conduciamo e che creano questi maggiori flussi,perché i migranti non vengono perché su vogliono fare na scampagnata....benché i più stupidi pensuno sta roba veramente ignobile

  • Maria P. ha scritto il 28 agosto 2021 alle 07:54 :

    Si tratta solo di un inserimento nella costosa rete di accoglienza profughi da sempre attiva in Italia e ben nota alle cronache giudiziarie. Rispondi a Maria P.

    Augusto De Tullio ha scritto il 28 agosto 2021 alle 16:13 :

    Come spaccare in 4 quando conviene....la rete sarà costosa ,farraginosa....ma ora non iniziamo a fare la solita manfrina,anche se già immagino che questo innamoramento per afghani sarà monentaneo...giusto per farci santi Rispondi a Augusto De Tullio

    Augusto De Tullio ha scritto il 28 agosto 2021 alle 16:07 :

    Come al solito subito a fare i conti in tasca.....si sprecano soldi ovunque, ma nulla ,ora invece i costi costi e costi Rispondi a Augusto De Tullio

    Marco ha scritto il 28 agosto 2021 alle 19:27 :

    Infatti i conti non possiamo farli perché nulla ci dicono le Prefetture sui costi giornalieri per ogni afghano. L'accoglienza è un grandissimo business che ha più volte interessato la cronaca giudiziaria. Rispondi a Marco

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 06:44 :

    Beh caro Marco accoglienza richiede pure spese se per questo ,gli sprechi e le ruberie devono essere perseguiti ,ma basta con sta fisima del business....ricordo che stiamo parlando di ESSERI UMANI e non di spazzatura....o siamo solo sensibili verso cani e gatti etc e andiamo a spulciare fino all' ultima bottiglietta d'acqua da dare ???? Incominciamo bene......perché non fate i conti su altri sprechi ad esempio redditi di cittadinanza a chi non lo merita???? Iniziamo con sta storia del business per afghani???? Di già????? Ancora???? È la nuova fisima legaiola???? Fai i conti per altri..magari vedi...prima di pensare agli afghani e al costo.....sono esseri umani se forse non lo sai.....non sono oggetti....mangiano,bevono....o no????

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:42 :

    Tranquillo sono tanti i settori di cui nulla circa i costi ci fanno sapere e capire...ma magari non ci frega,ma se si tratta di migranti, tutti pronti ad esigere conti etc.......ovviamente...pure i peli del naso....

    Augusto De Tullio ha scritto il 29 agosto 2021 alle 05:28 :

    E caro Marco ,ammettendo il carattere dubbio della gestione etc....che si fa ??? Accampiamo scuse??? Oh solo quando si tratta di migranti siamo bravi a far di conto....come hanno fatto i leghisti pure sui pannetti per bambini......