Scuola

A Bari e provincia parte oggi l'assistenza specialistica per gli alunni disabili

Servizio garantito dalla Città metropolitana negli istituti superiori e, per videolesi e audiolesi, nelle scuole di ogni ordine e grado. 840 in tutto gli utenti interessati

Attualità
Bitonto lunedì 20 settembre 2021
di La Redazione
Alunno disabile
Alunno disabile © n.c.

Parte oggi il servizio di assistenza specialistica per l’anno scolastico 2021/2022, in favore degli alunni diversamente abili che frequentano le scuole secondarie di secondo grado e per gli alunni audiolesi e videolesi che frequentano le scuole di ogni ordine e grado dei Comuni della Città metropolitana di Bari.

Il servizio sarò erogato grazie ad un accordo quadro di durata biennale, espletato dalla Città metropolitana di Bari attraverso una procedura pubblica per un valore complessivo di circa 12 milioni di euro. Sono interessati 700 alunni diversamente abili, 61 alunni videolesi e 79 alunni audiolesi, per un totale di 840 alunni.

Un numero, quello degli alunni con disabilità – spiega il consigliere metropolitano delegato ai Servizi alla persona, Dario De Robertis – che cresce di anno in anno. Un incremento imputabile sia ad una maggiore riconoscibilità, rispetto al passato, di alcune patologie, ma anche al gradimento da parte delle famiglie dell’efficienza del servizio che eroghiamo. Anche quest’anno siamo partiti puntuali e in concomitanza con la riapertura delle scuole; merito dell’impegno e della professionalità dei funzionari del Servizio Welfare della Città metropolitana guidato dal dirigente Francesco Lombardo e della collaborazione delle scuole, nel fornirci tutti gli elementi necessari per avviare le procedure amministrative”. 

Il servizio di assistenza specialistica della Città metropolitana di Bari vanta diversi punti di forza e di eccellenza, fra cui il rapporto uno a uno tra operatore e alunno con ricadute significative per il miglioramento dei livelli di integrazione scolastica e sociale, l’innalzamento della qualità di vita dei ragazzi diversamente abili, un supporto utile alle famiglie, così come testimoniato dai destinatari del servizio stesso che, a conclusione di ogni anno scolastico, esprimono in un questionario il loro gradimento. 

Anche lo scorso anno, durante il periodo di Dad nelle scuole, il servizio non si è mai fermato, continuando ad erogare assistenza specialistica (sia in presenza che a distanza) agli utenti interessati.

 

Lascia il tuo commento
commenti