La visita rientra nel terzo corso universitario accademico di formazione e aggiornamento in Ecumenismo della Facoltà Teologica Pugliese di Bari

Bitonto-Alghero, gemellaggio religioso nel segno dell’Immacolata Concezione

Nella solennità della Madonna del Rosario, il professor Giuseppe Cannito ha donato al cancelliere vescovile monsignor Angelo Cocco un’immagine votiva della nostra Patrona

Attualità
Bitonto lunedì 11 ottobre 2021
di La Redazione
Monsignor Angelo Cocco con il professor Giuseppe Cannito nell'Aula capitolare vescovile
Monsignor Angelo Cocco con il professor Giuseppe Cannito nell'Aula capitolare vescovile © n.c.

La Chiesa di Bitonto in Sardegna, ad Alghero, rappresentarla dal teologo Giuseppe Cannito, che ha portato i saluti di monsignor Giuseppe Satriano, arcivescovo metropolita di Bari-Bitonto, di don Giovanni Giusto vicario episcopale territoriale, di don Michele Lacetera cancelliere vescovile, di don Ciccio Acquafredda parroco della Cattedrale, di padre Santo Pagnotta segretario generale della Facoltà di Teologia Ecumenico-Patristica “San Nicola” di Bari. Per instaurare un gemellaggio religioso, il professor Cannito ha invitato il rettore e i candelieri a visitare la città di Bitonto, ricca di storia, arte e spiritualità.

Alghero, famosa per i suoi edifici in stile catalano, è conosciuta nel mondo come “la piccola Barcellona”. Nel centro storico sorge la celeberrima Cattedrale di Santa Maria Immacolata del XVI secolo, in stile gotico neoclassico, che custodisce nel centro del presbiterio la pregevole statua dell’Immacolata circondata da angeli.

L’incontro religioso con la Chiesa sarda rientra nel terzo corso universitario accademico di formazione e aggiornamento in Ecumenismo che si è tenuto alla Facoltà Teologica Pugliese di Bari, con relazione del professor Gerardo Cioffari (dell’Ordine dei Frati Predicatori) ed il contributo del Servizio Nazionale per gli Studi superiori di Teologia e di Scienze religiose della Conferenza Episcopale Italiana, incentrato sulla frase teologica di Papa FrancescoRiconoscere il valore della grazia concessa ad altre comunità cristiane”.

Giovedì 7 ottobre, nella solennità della Madonna del Rosario, il professor Giuseppe Cannito, presidente emerito dell’arciconfraternita Immacolata Concezione di Bitonto, ha partecipato nella Cattedrale di Santa Maria Immacolata di Alghero alla liturgia eucaristica presieduta da monsignor Angelo Cocco, rettore canonico e cancelliere vescovile della diocesi di Alghero-Bose, al quale ha fatto dono di una pregevole immagine votiva dell’Immacolata Concezione Patrona di Bitonto.

Al termine si è tenuta una visita nella splendida Cattedrale, con le sue tre mastodontiche navate adiacenti alle sei cappelle laterali neoclassiche e l’aula capitolare vescovile, arricchita da un prezioso crocifisso e da pregevoli dipinti.

Su invito del cancelliere vescovile, la visita si è estesa alla città di Sassari, con tappe nella Cattedrale di San Nicola del XV secolo in stile gotico barocco, nella famosissima chiesa di Santa Maria di Betlem dove si tiene la solenne processione della “Faradda dei Candelieri” in occasione della festa della Madonna Assunta il 14 agosto. È una processione danzante molto sentita dalla popolazione, ed uno degli eventi più prestigiosi in Sardegna, riconosciuta come Patrimonio Mondiale Unesco, con i visitatori che giungono a Sassari da ogni parte del mondo.

La visita è proseguita nella chiesa della Santissima Trinità adiacente alla famosissima “Funtana di Russeddu” del XIII secolo, simbolo della città di Sassari, riportata in una serie di 21 francobolli nazionali da collezione per rappresentare tutte le regioni d’Italia. In conclusione, tappa con visita guidata della dottoressa Maria Antonietta Bazzoni nell’incantevole Palazzo Ducale del XVIII secolo, con le sue cantine, gli arredi, la cappella religiosa, le sale di ricevimento, i dipinti antichi, le faradde dei candelieri e la sala della Giunta. Infine, visita all’adiacente Teatro Civico in stile neoclassico, con una sosta alla facciata principale sul balcone dove si affaccia il sindaco nel giorno della solenne processione della discesa dei Candelieri nell’arcidiocesi di Sassari.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • alba chiara ha scritto il 13 ottobre 2021 alle 10:02 :

    Mi chiedo...ma questo ennesimo gemellaggio religioso condotto dal solito teologo nel segno dell'Immacolata o di Santi quale ricaduta ha nella nostra diocesi e soprattutto in che modo può alimentare la fede di chi legge questo tipo di articoli? Rispondi a alba chiara