Dall'ASL Bari

Terze dosi per malati rari, le modalità di accesso alla vaccinazione

Somministrazioni solo per chi ha ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi

Attualità
Bitonto venerdì 29 ottobre 2021
di La Redazione
Centro Territoriale Malattie Rare
Centro Territoriale Malattie Rare © ASL Bari

Il Centro Territoriale Malattie Rare della ASL di Bari ha organizzato un programma vaccinale destinato ad assicurare la terza dose ai soggetti affetti da patologia rara che hanno concluso il ciclo vaccinale da almeno sei mesi.

Secondo le ultime disposizioni del Piano strategico vaccinazione anti Covid-19, la somministrazione della dose addizionale e dose booster, “per i soggetti con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti, di età uguale o maggiore di 18 anni, la vaccinazione deve essere garantita dai centri specialistici delle Reti di patologia, dai Nodi e dai Centri della Rete regionale delle Malattie Rare della Puglia che hanno in carico tali soggetti, nonché dai Punti vaccinali delle Aziende sanitarie locali”.

Diverse sono le modalità di accesso alla vaccinazione.

I soggetti affetti da malattia rara possono essere convocati direttamente dai Centri specialistici accreditati dai quali sono seguiti; possono prenotare la vaccinazione attraverso il sito lapugliativaccina o presentarsi spontaneamente all’hub di Bari Catino nelle giornate ad essi dedicate: il 15 e il 22 novembre dalle 8.30 alle 14.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Centro Territoriale Malattie Rare della ASL all’indirizzo mail ctmr@asl.bari.it.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 13:46 :

    Dire, come fa' l'epidemiologo Tafuri, che ci sono pochi "immunizzati" vuol dire confondere l'immunizzazione (di non sappiamo ancora tutto) con la seconda dose di vaccino. Cosa non vera e del resto confermata dall' imposizione della terza dose. Un prof non può sbagliare tanto platealmente a meno che non voglia fare propaganda (interessata?) ai vaccini. Rispondi a Franco

    Annalisa L. ha scritto il 30 ottobre 2021 alle 17:11 :

    Si sa, non basta chiedere all'oste (dr. Tafuri) se il vino (vaccino) che somministra è buono. Rispondi a Annalisa L.

  • Franco ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 11:30 :

    Come sempre si comincia con i malati rari ma poi la terza dose sarà stata estesa a tutti anche senza motivazioni scientifiche. Per ora occorre svuotare i frigoriferi pieni di vaccini Pfizer in scadenza. Rispondi a Franco

    Marco ha scritto il 29 ottobre 2021 alle 14:27 :

    Sono tecniche di marketing farmaceutico non di prevenzione. Rispondi a Marco