Legista: "Non è possibile non ascoltare il grido... di chi grida aiuto!"

Eventi culturali e formativi per la Giornata contro la violenza sulle donne

Tre eventi, tutti ospitati al teatro Traetta, organizzati dall'Assessorato comunale alle Pari opportunità

Attualità
Bitonto lunedì 22 novembre 2021
di La Redazione
Violenza contro le donne
Violenza contro le donne © n.c.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra il 25 novembre, l’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Bitonto, guidato da Marianna Legista, promuove una serie di iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del contrasto alla violenza di genere.

Lo fa coinvolgendo la rete territoriale di associazioni che in questi anni si è costituita e collabora nella realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e comunicazione su un fenomeno che ha assunto in Italia proporzioni preoccupanti.

Sono tre gli eventi culturali e formativi che a Bitonto animeranno la celebrazione della Giornata Internazionale, tutti ospitati al teatro Traetta.

Si comincia con la commedia teatrale "I favolosi anni 60", presentata dall’associazione “Le ali del sorriso”, in scena martedì 23 novembre alle 18.30.
Il lavoro scritto da Emanuele Battista, intrepretato da Susi Rutigliano e Maurizio Sarubbi, che è anche il regista, ripercorre l’evoluzione del costume italiano dal dopoguerra ad oggi con particolare focus sugli anni 60 caratterizzati da una disparità dei diritti riconosciuti a donne e uomini. Alla serata parteciperà la presidente della Commissione Pari opportunità della Regione Puglia, Patrizia Del Giudice.

Mercoledì 24, sempre alle 18.30, sarà la volta del concerto di Tony Quadrello con la sua SQuadraccia dedicato al ricordo delle donne uccise per mano di un uomo nel corso del 2021.
Lo spettacolo, realizzato con la collaborazione della sezione cittadina dell’Avis Bitonto e dell’associazione “La forza delle donne”, propone un viaggio ludico e intrigante nel cantautorato italiano sul tema dell’amore, in particolare di quello fonte di sofferenza e violenza perché donato all’uomo sbagliato. In repertorio, tra gli atri, brani di Dalla, De Gregori, De Andrè, Daniele, Caputo, Silvestri, Mannarino, Capossela e Concato.

Giovedì 25 novembre, infine, è in programma il convegno “Donne.... Raccontarsi”. Si parlerà dell’universo femminile con testimonianze di donne che si sono affermate in campo lavorativo, economico, sociale e religioso. La serata, con inizio alle 18.30, sarà aperta dai saluti istituzionali del sindaco Michele Abbaticchio, dell’assessora alle Pari opportunità Marianna Legista e della presidente della sezione di Bitonto della Fidapa (Federazione Italiana delle Donne nelle Arti, Professioni e Affari) Rosaria Albanese. Seguiranno gli interventi dell’imprenditrice Marianna Arnone, della geriatra Grazia De Palo, dell’assessora regionale Anita Maurodinoia e della religiosa Madre Rosaria della Carità.

«Dopo due anni di silenzio forzato a causa della pandemia e di "ascolto" – dichiara l’assessora alle Pari opportunità, Marianna Legista è fondamentale tornare a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del contrasto alla violenza di genere. Non è possibile non ascoltare il grido... di chi grida aiuto! Dobbiamo farci sentire e far capire che noi ci siamo, che l’Istituzione c’è! Mai addormentarsi e dire: "domani ne parlo"... Un domani che potrebbe essere troppo tardi!».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 23 novembre 2021 alle 10:37 :

    Spero che le iniziative contro la violenza di genere non si trasformino ancora una volta, senza dirlo, in un cavallo di Troia per introdurre la violenza di generi. Per veicolare di soppiatto il discorso gender. Rispondi a Maria P.

    Franco ha scritto il 23 novembre 2021 alle 16:44 :

    Infatti, la suora chiamata a intervenire forse non se ne è accorta. Rispondi a Franco