Presicce: "Grande partecipazione e rinnovato impegno"

L'Associazione Carabinieri festeggia la Virgo Fidelis

Domenica si è tenuta una funzione religiosa nella chiesa dell'Annunziata, officiata da don Mimmo Memoli

Attualità
Bitonto martedì 23 novembre 2021
di La Redazione
Celebrazione in onore della Virgo Fidelis nella chiesa dell'Annunziata
Celebrazione in onore della Virgo Fidelis nella chiesa dell'Annunziata © Associazione Carabinieri di Bitonto

Domenica 21 novembre, in occasione dei solenni festeggiamenti in onore della Virgo Fidelis patrona e protettrice dell'Arma, l’Associazione Carabinieri di Bitonto le ha reso omaggio con una funzione religiosa nella chiesa dell’Annunziata, officiata da don Mimmo Memoli.

La Chiesa ha sempre onorato coloro che si sono distinti, indicandoli ad esempio di eroismo e santità da invocare ed imitare. Con l’incremento delle specialità dell’Esercito Italiano, ad ogni Arma Corpo, Specialità e Servizio fu attribuito un patrono. I Carabinieri vennero quindi affidati alla celeste protezione di Maria “Virgo Fidelis”, titolo di onore e di lode con il quale la Chiesa invoca la Madonna nelle litanie lauretane.

La diffusione e l’affermazione del culto alla “Vergine Fedele” sono principalmente dovuti alla “Benemerita e Fedelissima” Arma dei Carabinieri, dove il culto alla “Virgo Fidelis” iniziò nell’immediato dopoguerra ad opera di monsignor Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, ordinario militare d’Italia. Il Comandante generale, apprezzando l’iniziativa, bandì un concorso per un’opera artistica che raffigurasse la Vergine, patrona dei Carabinieri. Lo scultore e architetto Giuliano Leonardi rappresentò la Vergine che, alla luce di una lampada e in atteggiamento raccolto, legge un libro con le parole profetiche dell’Apocalisse: “Sii fedele sino alla morte” (Apoc.2,10).

La scelta della Madonna “Virgo Fidelis”, come celeste patrona dell’Arma, è certamente ispirata alla fedeltà che, propria di ogni soldato che serve la Patria, è peculiare caratteristica dell’Arma dei Carabinieri che ha per motto: “Nei secoli fedele”. L’8 dicembre 1949 papa Pio XII, in accoglimento dell’istanza di monsignor Carlo Alberto di Cavallerleone, proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis” patrona dei Carabinieri, con celebrazione della festa fissata il 21 novembre, in concomitanza della presentazione della Beata Vergine Maria al Tempio.

“È stato un bel momento di condivisione che ha visto una partecipazione numerosa e sentita, e che dà impulso al nostro impegno sul territorio e al servizio della gente”, ha dichiarato Luigi Presicce, presidente dell’Associazione Carabinieri di Bitonto.   

Lascia il tuo commento
commenti