Prenotazioni su lapugliativaccina, ai Cup e in farmacia

Vaccini di notte, 2.200 prenotazioni in poche ore. Bitonto tra gli hub coinvolti

Venerdì, sabato e domenica le sessioni dedicate alla fascia d’età 12-19 anni, dalle 20 alle 24. Il centro nella scuola media Rutigliano sarà operativo il 14 e il 15

Attualità
Bitonto mercoledì 12 gennaio 2022
di La Redazione
"La notte è giovane" © Regione Puglia

Le prenotazioni sono partite ieri alle 14, e in poche ore si sono registrate 2.200 adesioni da parte dei ragazzi pugliesi tra i 12 e i 19 anni, che hanno chiesto di vaccinarsi nel corso delle sessioni notturne dedicate alla loro fascia d’età, organizzate per venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 gennaio.

“Un bel segnale che arriva dai giovani e dalle loro famiglie", ha commentato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano comunicando i primi dati di adesione all'iniziativa “La notte è giovane”. 

“Vogliamo alzare al massimo – ha aggiunto – la protezione dei ragazzi e delle ragazze che sono rientrati a scuola. E vogliamo farlo consentendo al maggior numero di giovani di vaccinarsi e di ricevere il richiamo il prima possibile. Per questo, in aggiunta alle normali vaccinazioni negli hub, negli studi medici o in farmacia, stiamo organizzando le prime tre notti di somministrazione nei più grandi hub della Puglia, dedicate alla fascia in età scolare dei 12-19 anni. Si potrà accedere solo su prenotazione, per evitare assembramenti”.

Le tre notti di vaccinazioni, in programma questo weekend dalle 20 alle 24, avranno luogo nei principali hub vaccinali della regione.

 

CENTRI VACCINALI COINVOLTI A BARI E PROVNCIA 

Bari - Fiera del Levante (ingresso monumentale) 14-15-16

Alberobello - Centro Polivalente (via Confine) 14-15-16

Altamura - Palazzetto dello Sport (via Manzoni) 14

Bitonto - Scuola media Rutigliano (via Professoressa Moschetta) 14-15

Capurso - Palapadovano (via Valenzano) 15

Gravina in Puglia - Padiglione area Fiera San Giorgio          (via Spinazzola) 14

Mola di Bari - Servizio di Igiene e sanità pubblica (via Canudio) 14

Molfetta - Stadio di atletica Cozzoli (via Salvo d'Acquisto) 15

Monopoli - Ex Deposito Carburanti (via Arenazza) 15

Polignano a Mare - Tensostruttura Pala Gino d'Aprile           (via Conversano) 15

Ruvo di Puglia - Palazzetto dello Sport (via Alessandro Volta) 14-15

Sammichele di Bari - Scuola Nitti (viale della Repubblica) 14-15-16

Terlizzi - Paldiporto Palachicoli (via Cappella dei Chicoli) 14-15

Triggiano - Palazzetto dello Sport (via Ferrari) 14-15-16

 

Le prenotazioni si possono effettuare mediante il sito lapugliativaccina, nei Cup e nei FarmaCup delle farmacie aderenti da parte di genitori, tutori, affidatari dei minori, scaricando contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Graziano ha scritto il 13 gennaio 2022 alle 21:17 :

    Vaccini offerti a tutti i sani mentre i farmaci monoclonali per i malati non si trovano. Rispondi a Graziano

  • Franco ha scritto il 13 gennaio 2022 alle 19:21 :

    I giovani corrono a vaccinarsi solo perché sotto minaccia di essere mandati in Dad. Rispondi a Franco

  • Stefano ha scritto il 13 gennaio 2022 alle 18:27 :

    Che cosa non si inventano per esaurire vaccini nei frigoriferi che stanno per scadere. Rispondi a Stefano

  • Annalisa L. ha scritto il 12 gennaio 2022 alle 18:50 :

    Ci si prenota? Biglietti limitati, musica disco giovanile con dj set e trenino finale come al Petruzzelli a Capodanno? Rispondi a Annalisa L.

  • Maria P. ha scritto il 12 gennaio 2022 alle 12:12 :

    Invece di fare iniziative spot che non sappiamo mai quanto costano (ci sarà mica la Protezione Civile di mezzo?) pensassero piuttosto alla medicina del terrirorio. A volte un ammalato di Covid non riesce neppure a farsi rispondere al telefono dal medico di base. Rispondi a Maria P.

  • Franco ha scritto il 12 gennaio 2022 alle 10:00 :

    Tentano di trasformare la vaccinazione in un happening giovanile, in uno spettacolo utile solo alla propaganda regionale. Serve a coprire l'incapacità conclamata a contenere i contagi. Rispondi a Franco