Al vaglio anche le aree industriali di Brindisi Cerano e Lecce-Surbo

La Regione si muove per accogliere la Intel

La zona Asi Bitonto-Giovinazzo al centro dell’attenzione della multinazionale americana per un nuovo insediamento

Attualità
Bitonto venerdì 13 maggio 2022
di La Redazione
La sede del Consorzio Asi
La sede del Consorzio Asi © n.c.

La Regione Puglia si muove. Ha deciso, con un atto di indirizzo, per il potenziamento delle zone industriali in vista di nuovi possibili investimenti. E punta molto sulla zona Asi Bitonto-Giovinazzo, con una fase di sperimentazione proprio su quelle aree. Tutto questo per rafforzare l’attrattività della candidatura dell’area di sviluppo industriale, per la sua infrastrutturazione, agli occhi della Intel, la multinazionale americana che sta scegliendo il sito più idoneo su cui insediarsi. Non solo, l’ipotesi è anche che la zona Asi venga compresa nella nuova perimetrazione delle Zes.

Sono tre le aree pugliesi che potrebbero interessare la multinazionale. Oltre alla nostra Asi, anche l’area industriale di Cerano nel brindisino e quella di Lecce-Surbo. Emissari della Intel hanno già effettuato sopralluoghi, e la più idonea alle esigenze dell’azienda potrebbe risultare l’area di Bitonto-Giovinazzo con i suoi 600 ettari a disposizione.

Oltre alla Puglia, la Intel sta valutando aree anche in Piemonte, Veneto e Lombardia, e il Mise, il Ministero per lo sviluppo economico, ha interpellato le Regioni interessate per promuovere approfondimenti tecnici per l’individuazione dei siti idonei. Per questo la Regione Puglia sta muovendo i suoi passi, forte anche della volontà di numerose aziende di insediarsi nei nostri territori.

Lascia il tuo commento
commenti