Prima edizione

Viaggio e ricerca scientifica, nel Lazio i vincitori del premio intitolato a Vitale Giordano

I protagonisti sono 14 studenti di tre scuole, tra cui l'Istituto Tecnico Tecnologico "Alessandro Volta" di Bitonto

Attualità
Bitonto giovedì 16 novembre 2017
di La Redazione
Gli studenti vincitori del premio
Gli studenti vincitori del premio "Vitale Giordano" © n. c.

È attualmente in fase di svolgimento il viaggio visita dei vincitori della prima edizione del concorso "Vitale Giordano", organizzato dall’Accademia Vitale Giordano di Bitonto, premio attribuito alle tre squadre che si sono aggiudicate il primo posto nelle sezioni: elaborato scritto, video e application mobile.

Si tratta degli studenti degli istituti secondari superiori di secondo grado: Istituto Tecnico Tecnologico "Alessandro Volta" di Bitonto, Liceo Scientifico e Linguistico "Orazio Tedone" di Ruvo di Puglia, Istituto Tecnico Industriale "Senatore Onofrio Jannuzzi" di Andria.

La visita di due giorni, unica nel suo genere a livello nazionale come premio per un concorso organizzato da un’associazione culturale, è organizzata in stretta collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, che hanno patrocinato il Concorso e permesso l’accesso ai prestigiosi Laboratori Nazionali di Frascati per INFN e Centro Sperimentale di Volo a Pratica di Mare per Aeronautica Militare.

I protagonisti sono 14 studenti delle tre scuole ed i loro docenti, per una esperienza a contatto con il mondo della ricerca scientifica e tecnologica nei luoghi di eccellenza del panorama nazionale.

Per Bitonto si tratta ancora di un primato, l’iniziativa è stata patrocinata in modo organico e continuativo dal Comune di Bitonto. Bitonto città della cultura che, riscoprendo un grande illustre scienziato del passato, si propone come città della scienza e innovazione. Un grande obiettivo e risultato da perseguire con un impegno costante e comune che veda impegnate associazioni come l’Accademia, società civile, istituzioni.

Lascia il tuo commento
commenti