Oggi la processione per le vie della città

Sant'Antonio di Padova nel segno della tradizione

Quest'anno i festeggiamenti in onore del santo si sono arricchiti di molti eventi collaterali

Attualità
Bitonto domenica 17 giugno 2018
di Mariagrazia Lamonaca
Il poeta Angelo Farella alla scoperta degli antichi forni cittadini
Il poeta Angelo Farella alla scoperta degli antichi forni cittadini © BitontoLive.it

Quello di Sant'Antonio di Padova è un culto molto sentito anche a Bitonto, dove i festeggiamenti in suo onore si rinnovano da secoli. Quest'anno i riti ufficiali in onore del santo si sono arricchiti di molti eventi collaterali, tra cui due iniziative proposte dall'Associazione culturale "Cenacolo dei Poeti".

Il primo è stato la passeggiata per "Le vie del pane", ideata dal poeta Angelo Farella. La sera del 13 giugno, giorno dedicato alla festa del santo, Farella ha guidato i partecipanti alla scoperta degli antichi forni in pietra chiusi del centro antico. I forni sono ormai chiusi da anni, ma la passeggiata è stata l'occasione per percorrere tante vie poco frequentate del vasto centro storico di Bitonto e per scoprire la presenza di questi vecchi di forni, di cui la maggior parte della cittadinanza ignora l'esistenza.

Il secondo evento organizzato dal Cenacolo dei Poeti in occasione dei festeggiamenti di Sant'Antonio è stato la mostra sui lavori della scuola di ricamo della maestra Consiglia Scaraggi, autrice della nuova tovaglia dell'altare della chiesa di San Domenico e dedicata a Sant'Antonio. La signora Scaraggi, veterana di questa antica arte, ci ha spiegato che attualmente la sua preziosa scuola di ricamo ha trovato una sede provvisoria presso la parrocchia di Cristo Re, ma il luogo non è adatto ad ospitare questa attività. L'auspicio della signora Scaraggi e di tutte le sue allieve è quello di trovare una sede stabile per la scuola di ricamo.

La mostra è stata ospitata presso la Cappella dei Misteri della chiesa di San Domenico gli scorsi 14, 15 e 16 giugno, su gentile concessione dell'Arciconfraternita del Santissimo Rosario. La realizzazione dell'esposizione dei ricami è stata possibile anche grazie alla disponibilità del presidente-priore della confraternita di Sant'Antonio, Giuseppe Schiavone.

Oltre alla nuova tovaglia dell'altare, ricamata in oro, la chiesa di San Domenico si è arricchita nei giorni della mostra anche del pane di Sant'Antonio, gentilmente prodotto e offerto dal gruppo devozionale di via Sant'Andrea e dal panificio "San Domenico" di Agostinacchio. Oggi pomeriggio avrà luogo la solenne processione in onore di Sant'Antonio, che percorrerà le principali vie cittadine.

Lascia il tuo commento
commenti