Prestigio storico-culturale

Immobili privati a disposizione, palazzo Planelli-Sylos accede alla seconda fase del bando

L'immobile, ubicato nel centro storico, è stato selezionato dal bando 'Il bene torna comune', promosso dalla fondazione 'Con il Sud'

Attualità
Bitonto mercoledì 12 settembre 2018
di La Redazione
Il bene torna comune
Il bene torna comune © n.c.

C’è anche il palazzo Planelli-Sylos di Bitonto tra i beni attualmente ammessi alla seconda fase del Bando storico-artistico e culturale denominato “Il bene torna comune”, giunto alla quarta edizione e promosso dalla Fondazione “Con il Sud”.

Il palazzo, di epoca ottocentesca - si legge nella propria sezione del sito web della Fondazione -, è collocato all’interno del centro storico della nostra città. Si presenta in buone condizioni, con sale affrescate e soffitti decorati. L’appartamento si estende su una superficie di 450 metri quadri ed è parte di un condominio con ingresso indipendente.

La Fondazione sta sviluppando la formula sperimentata nella precedente edizione: ovvero chiedendo ai proprietari di immobili inutilizzati di metterli a disposizione della comunità locale, mediante sottoscrizione di regolare contratto di affitto, per un periodo di almeno dieci anni e, successivamente, rivolgendosi alle organizzazioni del Terzo settore per proposte di valorizzazione dei beni in chiave comunitaria. L’iniziativa, che mette a disposizione 4 milioni di euro, prevede due fasi e interessa i beni immobili di pregio storico, artistico e culturale presenti in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Nel corso della prima fase, scaduta il 30 marzo 2018, la Fondazione ha ricevuto 145 candidature da parte di amministratori e proprietari dei beni (persone fisiche e giuridiche, enti pubblici e privati).

Dal 9 agosto fino al 25 ottobre 2018 alle 13 è possibile presentare proposte di valorizzazione dei beni immobili ammessi alla seconda fase del Bando.
Lascia il tuo commento
commenti