Questione calda

Trivelle, Damascelli (Fi): 'Tradimento di promesse elettorali M5S, Di Maio revochi autorizzazioni'

Il consigliere regionale di Forza Italia chiede la revoca delle autorizzazioni concesse dal Ministero dello Sviluppo economico

Attualità
Bitonto mercoledì 09 gennaio 2019
di La Redazione
Domenico Damascelli
Domenico Damascelli © Facebook

“Le opzioni sono due: o i grillini al governo sono incapaci e non si rendono conto nemmeno delle autorizzazioni che rilasciano; oppure fanno i tonti per non andare in guerra: anche sulle trivelle, i pentastellati hanno tradito gli slogan e le promesse elettorali con cui hanno carpito il consenso dei pugliesi”.

Lo dichiara Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia. “È assurdo - prosegue - che il Ministero dello Sviluppo economico guidato da Di Maio rilasci autorizzazioni per le ricerche di idrocarburi nei nostri mari, dopo aver tanto dato fiato alla bocca e dopo aver contrastato, ma solo a colpi di slogan, tecniche che devastano il nostro mare. Siamo allibiti. Si stanno assumendo una responsabilità pesantissima: quella di deturpare i nostri fondali, le nostre bellissime coste e l’eredità paesaggistica che lasceremo alle future generazioni. E lo stanno facendo senza pudore, dopo tutte le menzogne elettorali che hanno raccontato ai cittadini beffati ancora una volta: dopo l’Ilva e la Tap, ora trivellano alle spalle i pugliesi. Siamo francamente stanchi di sentir dire che è sempre e solo colpa di altri: sono al Governo e devono assumersi la responsabilità dei loro atti”.

“Sulla difesa del nostro territorio noi saremo sempre in trincea per difendere le nostre bellezze con tutte le forze - conclude Damascelli - e non molleremo fino a quando il ministro Di Maio non revocherà le autorizzazioni concesse”.

Lascia il tuo commento
commenti