Sensibilizzazione

Campagna di prevenzione contro la Xylella Fastidiosa, le azioni consigliate dal Comune

Le linee guida di riferimento alle aziende agricole e a tutti i cittadini per l’adozione di misure preventive di contrasto alla diffusione dell’infezione

Attualità
Bitonto giovedì 14 marzo 2019
di La Redazione
Xylella Fastidiosa: oggi l’incontro in Comune, domani al “Pantanelli”
Xylella Fastidiosa: oggi l’incontro in Comune, domani al “Pantanelli” © corrieredelmezzogiorno.it

“Le attività di monitoraggio della Regione Puglia evidenziano l’avanzata inesorabile verso nord dell’infezione da Xylella fastidiosa, giunta ormai alle porte dei nostri oliveti. L’attecchimento del batterio nelle campagne del nord barese costituisce ulteriore gravissimo pericolo per il futuro dell’economia olivicola del territorio. Non esistendo un metodo scientificamente consolidato per curare le piante affette da Xylella fastidiosa, è di fondamentale importanza ridurre la diffusione del batterio agendo sul controllo dei vettori e in particolare del vettore principale Philaenus spumarius(sputacchina). Al fine dunque di favorire un’adeguata campagna di sensibilizzazione sulle buone pratiche agricole per contrastare l’emergenza della Xylella fastidiosa nel territorio comunale,l’Amministrazione intende avviare un’intensa attività di informazione, in collaborazione con la Polizia Locale, i Consorzi di vigilanza rurale, le Organizzazioni di Categoria, gli Oleifici cooperativi, i proprietari di frantoi, il GAL Nuovo Fior d’Olivi, allo scopo di fornire le linee guida di riferimento alle aziende agricole e a tutti i cittadini per l’adozione di misure preventive di contrasto alla diffusione dell’infezione da Xylella”. Esordisce così l’avviso a firma del sindaco Michele Abbaticchio, datato 8 marzo 2019, che mira a fornire a tutti gli interessati una sorta di vademecum per la lotta al batterio della Xylella Fastidiosa.

È fondamentale l’efficacia dell’azione di controllo del vettore al fine di ottenere la massima riduzione della popolazione di insetti responsabili della trasmissione della fitopatologia. Per questo è stata proposta una strategia di controllo integrata allo scopo di minimizzare l’impatto ambientale.

Ecco di seguito le azioni di lotta integrata:

-Gestione dell’oliveto: si raccomanda l’esecuzione di potatura ordinaria degli oliveti ogni 2 anni, con eliminazione annuale di polloni e succhioni.

-Gestione del vettore: si raccomanda il controllo meccanico degli stadi giovanili del vettore per mezzo di lavorazioni superficiali del suolo mediante aratura, fresatura o trinciatura e interramento della vegetazione spontanea da effettuarsi entro e non oltre il mese di aprile

-Misure fitosanitarie:si raccomanda di eseguire gli ordinari interventi fitosanitari per il controllo dei parassiti dell’olivo e in particolare per il controllo del rodilegno, della tignola, della mosca delle olive, e della margaronia,per mezzo di insetticidi autorizzati che hanno efficacia anche nei confronti del Philaenus spumarius(sputacchina).

Gli interventi devono seguire le indicazioni del Servizio Fitosanitario Regionale, che sull’olivo prevede l’uso di Acetamiprid e Deltametrina. L’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia periodicamente comunica le azioni da adottare per il contrasto alla diffusione del patogeno e bisogna attenersi scrupolosamente a quanto indicato. Si ricorda che i trattamenti fitosanitari devono essere effettuati da personale qualificato in possesso del certificato di abilitazione all’acquisto e utilizzo di prodotti fitosanitari (patentino).I trattamenti più efficaci per contenere la popolazione adulta della sputacchina e conseguentemente la diffusione del batterio devono essere effettuati soprattutto nel periodo compreso tra maggio e agosto (2 trattamenti). Allo stato attuale non sono disponibili in commercio prodotti impiegabili in agricoltura biologica, autorizzati contro la sputacchina su olivo. Nelle more di eventuali autorizzazioni in deroga da parte del Ministero della Salute si rimanda a quanto definito dalla Determinazione Dirigenziale 281/2018 (BURP 73/2018).4.

Altre prescrizioni: in caso di acquisto di piante ospiti di cui all’allegato 1 della Decisione UE/2015/789 e s.m.i. , per successivo impianto o commercializzazione, è obbligatorio che le stesse siano accompagnate dal passaporto delle piante.

La presenza di numerosi terreni incolti, nei quali prendono il sopravvento le erbe infestanti, determinano le condizioni ottimali allo sviluppo e diffusione del vettore sputacchina. Pertanto, al fine di limitare la diffusione della fitopatia, è opportuno adottare le lavorazioni meccaniche superficiali del terreno e procedere alla pulizia dalle erbe spontanee del suolo, a partire dalla prima comparsa dei primi adulti del vettore della Xylella. E comunque non oltre il 30 aprile. Tali interventi sono finalizzati a colpire gli stadi giovanili della sputacchina poco mobili e non infettivi.

L’Amministrazione Comunale garantisce che le misure di contenimento del vettore saranno eseguite sui terreni di proprietà comunale. Si dispone la pubblicazione del presente avviso sulla pagina web ufficiale comunale, la sua diffusione tramite le testate giornalistiche locali e altre modalità opportune per un’informazione capillare. Si invita la cittadinanza a frequentare i siti ufficiali della Regione Puglia e del CNR-Bari per una corretta e aggiornata informazione.www.emergenzaxylella.itwww.infoxylella.it

Lascia il tuo commento
commenti