Riti della Passione

La processione dei Misteri catalogata presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Importante passo nel percorso di candidatura Unesco

Attualità
Bitonto domenica 30 giugno 2019
di La Redazione
Processione dei Misteri
Processione dei Misteri © n.c.

È giunto a termine in questi giorni l’iter per la catalogazione della processione dei Misteri di Bitonto presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Dopo l’adesione all’associazione Europassione per l’Italia (sodalizio che raccoglie 41 associazioni provenienti da tutta Italia impegnate nel promuovere a tutti i livelli la Passione di Cristo durante la Settimana Santa) il percorso di valorizzazione culturale che l’Arciconfraternita del SS. Rosario, da tre secoli promotrice dei riti della Passione, sta proseguendo dallo scorso ottobre è giunto ora ad un punto cruciale per l’inserimento della processione dei Misteri nel dossier di candidatura della Rete della Passioni Italiane da presentare all’Unesco.

Grazie alla collaborazione con la Cooperativa Ulixes scs, nella persona della dott.ssa Chiara Cannito, alla consorella prof.ssa Carmela Minenna, esperta di storia locale e autrice di due volumi monografici sulla storia del sodalizio e della Processione dei Misteri, al Maestro Vito Vittorio Desantis per la consulenza musicale, al portatore Domenico Michele Frascella, alla Coop. 42 per le riprese video, ai fotografi bitontini vicini al sodalizio – che hanno concesso l’uso delle foto (Nicola Bastiani, Pasquale Nacci, Savino Carbone, Annamaria Frascella, Mariangela Schiraldi, Gaetano Marrone, Carmelo Bacco) – sono state redatte tre schede catalografiche riguardanti la processione dei Misteri e i suoi aspetti peculiari e caratteristici che la rendono un “patrimonio culturale immateriale, trasmesso di generazione in generazione, costantemente ricreato dalle comunità e dai gruppi in funzione del loro ambiente, della loro interazione con la natura e la loro storia, dando loro un senso di identità e di continuità, promuovendo in tal modo il rispetto per la diversità culturale e la creatività umane” (art.2 della Convenzione Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, 2003).

Tutte le schede sono corredate da materiale video-fotografico e sono visibili sul sito dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del Ministero per i beni e le attività culturali: la prima scheda si intitola “Processione dei Misteri di Bitonto” (http://paci.iccd.beniculturali.it/iccd/cards/viewPaci/ICCD_MODI_3538052039451/MODI), la seconda “Processione dei Misteri di Bitonto: canto A Maria Desolata”( http://paci.iccd.beniculturali.it/iccd/cards/viewPaci/ICCD_MODI_2480807039451/MODI), la terza “Processione dei Misteri di Bitonto: vestizione dei simulacri e degli statuìire”( http://paci.iccd.beniculturali.it/iccd/cards/viewPaci/ICCD_MODI_1862899039451/MODI).

Lascia il tuo commento
commenti