Il post

Scomparso Luigi Bove, la famiglia dona 7 alberi al giardinetto di piazza Marconi

Il ricordo di Abbaticchio: «Avremmo voluto lasciargli un posto più bello da vedere, meno esposto alla inciviltà, ma lo sarà a breve grazie soprattutto al suo spirito»

Attualità
Bitonto giovedì 05 settembre 2019
di La Redazione
Il sindaco Abbaticchio in piazza Marconi
Il sindaco Abbaticchio in piazza Marconi © Facebook

La vita oltre la morte, nonostante tutto. Questo il significato simbolico dei 7 alberelli donati dalla famiglia Bove alla città, dopo la scomparsa di Luigi Bove, noto per la sua straordinaria maestria ed esperienza nell’arte della panificazione a Bitonto.

A ricordarlo, con parole commesse e di speranza, il sindaco Michele Abbaticchio, con un post su facebook:

“Nella vita ci sono episodi che convergono. Solitamente li classifichiamo come "coincidenze". Io credo siano una narrazione unica scritta da chissà quanto tempo.
Mentre ci sono lavori in corso in un giardinetto di fronte alla azienda di famiglia, nella quale lui ha lavorato per gran parte della sua vita, Luigi Bove ci ha lasciato.
Avremmo voluto lasciargli un posto più bello da vedere, meno esposto alla inciviltà, ma lo sarà a breve grazie soprattutto al suo spirito. Perché Luigi vivrà ancora, non solo negli occhi dei suoi figli e del suo instancabile fratello, ma in sette alberi donati a quello spazio verde dalla sua famiglia.
A voi. A noi. Perché quel giardinetto, in piazza Marconi, è la vostra proprietà.
Accanto, per sempre, il sorriso di un uomo onesto disegnato tra le ombre di sette, nuove, vite”.

Lascia il tuo commento
commenti