Garantiti i servizi minimi

Asv, proclamato lo sciopero per mercoledì 13 novembre

Decisione indetta dalle sigle sindacali FpCgil e Fiadel. E sullo sfondo resta il caso Sanb

Attualità
Bitonto mercoledì 06 novembre 2019
di Tommaso Cataldi
Asv
Asv © n.c.

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil e Fiadel hanno dichiarato lo sciopero dei lavoratori dell’Azienda servizi vari per l’intera giornata di mercoledì 13 novembre, garantendo solo i servizi minimi ed indispensabili previsti dalla legge.

Lo si apprende da una missiva indirizzata nei giorni scorsi al sindaco Michele Abbaticchio, agli assessori Rosa Calò e Domenico Incantalupo e al Prefetto di Bari. Le ragioni principali dello sciopero sono individuabili nella mancanza acclarata di dialogo tra il consiglio di amministrazione dell’Asv e le organizzazioni sindacali, le quali avevano peraltro concesso la pulizia straordinaria in occasione della festa dei Santi Medici. Dalle prime indiscrezioni, pare che i lavoratori manifesteranno su corso Vittorio Emanuele, davanti a Palazzo Gentile.

A nulla è valso il sit-in protesta dei lavoratori organizzato lo scorso 15 ottobre. Anzi sullo sfondo resta l’ancora irrisolta questione Sanb, col comune di Corato – guidato provvisoriamente da un commissario prefettizio – che non ha ancora sciolto la riserva dell’adesione o meno alla società del nord barese. Da alcune indiscrezioni, pare che la risposta possa essere positiva ma bisogna attendere ancora qualche giorno per constatare se la Sanb vedrà finalmente la luce.

Lascia il tuo commento
commenti