In programma domenica 29 marzo

Referendum 2020: per la nomina degli scrutatori dichiarazioni di disponibilità entro il 3 marzo

Il modulo, da compilare e firmare, è disponibile in allegato e può essere ritirato direttamente dall’Ufficio Elettorale che ha sede in piazza Marconi, 9

Attualità
Bitonto martedì 18 febbraio 2020
di La Redazione
Uno scrutatore timbra una scheda elettorale
Uno scrutatore timbra una scheda elettorale © n.c.

Per il referendum costituzionale in programma domenica 29 marzo 2020, la Commissione Elettorale Comunale, confermando un orientamento consolidato negli ultimi anni, ha deciso che procederà al sorteggio degli scrutatori da nominare nei 51 seggi elettorali cittadini, riservando una priorità a quanti sono già inseriti nell’Albo degli scrutatori, nati dal 1° gennaio 1975 in poi, disoccupati/inoccupati, iscritti nelle liste del Centro per l’impiego, ovvero studenti non lavoratori.

Quanti si trovano in tali condizioni, se interessati alla nomina a scrutatore, dovranno presentare una dichiarazione di disponibilità entro il prossimo 3 marzo.

Il modulo, da compilare e firmare, è disponibile in allegato e può essere ritirato direttamente dall’Ufficio Elettorale che ha sede in piazza Marconi, 9.

Le domande, con allegata la fotocopia di un valido documento di riconoscimento, possono essere presentate direttamente all’Ufficio Elettorale oppure inviate (scansionate in formato pdf) per posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.comunebitonto@pec.rupar.puglia.it.

Non saranno ritenute valide le domande presentate su modello diverso da quello pubblicato sul sito del Comune, prive dei dati obbligatori richiesti o non firmate. Le domande presentate saranno sottoposte, a campione, al controllo della veridicità delle dichiarazioni.

In caso di domande pervenute in numero inferiore a quello occorrente, la Commissione procederà al sorteggio tra tutti gli iscritti all’Albo degli scrutatori del Comune.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 19 febbraio 2020 alle 18:54 :

    Dunque a Bitonto compilare un modulo e andare in Comune a consegnarlo per fare lo scrutatore a pochi euro si. Firmare per un referendum (dove vuoi fare però lo scrutatore) invece, non se parla proprio. Neppure Sindaco e consiglieri hanno dato il buon esempio ai loro cocittadini. Eppure si trattava della Costituzione. Non è per niente un buon segnale. Rispondi a Marco

  • Maria P. ha scritto il 18 febbraio 2020 alle 09:38 :

    A Bitonto pochissimi (addirittura 2 o 3 credo) hanno firmato in Comune per il referendum sul taglio dei parlamentari (neppure Sindaco, assessori, consiglieri e personale dell'Ufficio Elettorale) e neppure c'erano file di disoccupati a chiedere il referendum. Visto che nessuno ha mostrato interesse per l'istituto referendario e per la Costituzione non mi è chiaro perché questa gente debba essere "ricompensata" per il suo disinteresse con un impiego nei seggi. Rispondi a Maria P.

    Marco ha scritto il 18 febbraio 2020 alle 10:51 :

    Infatti è uno spettacolo indecoroso vedere che invece di discutere di una orribile modifica della Costituzione, che vorrebbe tagliarci i parlamentari, ci stiamo arrabattando a chiedere qualche decina di euro come scrutatori. E volevo aggiungere che se è "strano" che Sindaco & C. non abbiano firmato per un referendum costituzionale lo è ancora di più per coloro che beneficeranno di ore di straordinario per il servizio ai seggi ovvero vigili e impiegati comunali. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 18 febbraio 2020 alle 09:33 :

    Non è affatto chiaro cosa voglia dire nei fatti "riservando una priorità" ai disoccupati. Come funziona? Il sorteggio degli scrutatori serve come principio a garantire la neutralità dei seggi e l'impiego ai seggi non può essere considerata una forma di sostegno al reddito. Rispondi a Franco

  • Maria Fortunato ha scritto il 18 febbraio 2020 alle 08:55 :

    Salve vorrei sapere se la disponibilità che ho dato per le regionali vale anche per il referendum o bisogna compilare un altro modello grazie Rispondi a Maria Fortunato

    Maria P. ha scritto il 18 febbraio 2020 alle 16:53 :

    Ma prima hai firmato per il referendum o di professione pensi di fare la scrutatrice? Rispondi a Maria P.