Martedì grasso

Carnevale a Palombaio, sfilano i carri dal tema ambientalista

Grande successo di pubblico nella frazione per partecipare alla manifestazione giunta alla sua ottava edizione

Attualità
Bitonto mercoledì 26 febbraio 2020
di Tommaso Cataldi
Carnevale a Palombaio 2020
Carnevale a Palombaio 2020 © BitontoLive.it

Che sia in settimana o di domenica, per il Carnevale a Palombaio non fa differenza perché riscuote sempre il favore del pubblico, che affolla la frazione desideroso di prendere parte alla manifestazione.

Anche quest’anno sono stati ben cinque i carri allegorici allestiti dai volontari dell’Oratorio San Gaspare Bertoni Anspi e della parrocchia “Maria Santissima Immacolata” e da altri cittadini che hanno voluto di loro spontanea volontà aiutare gli organizzatori incrementando la sfilata. Musica, danze, colori, coriandoli e le più disparate maschere hanno rallegrato le strade di Palombaio nel giorno precedente l’inizio del tempo liturgico di Quaresima. Il tema proposto quest’anno, denominato “Cavalca l’onda della civiltà”, non poteva che essere quello della salvaguardia del creato e del rispetto dell’ambiente, mosso dalla provocazione e dalla riflessione dalla giovane attivista svedese Greta Thunberg: salvare il mondo semplicemente prendendo coscienza del male che stiamo provocando alla nostra terra, alla natura e dunque a noi stessi.

Il primo carro aveva proprio lei, Greta, come personaggio principale a cavallo di un’orca, che in questo caso non è assassina (potremmo dirlo di noi) ma bensì spazzina. Sempre più spesso infatti sentiamo di cetacei spiaggiati, incapaci di trovare la strada del mare, così storditi dalle tante onde elettromagnetiche e da ogni altro tipo di suoni e rumori che affollano il placido e silenzioso mare. E quando spiaggiate muoiono, ecco che nei loro stomaci ritroviamo plastica e ogni tipo di spazzatura abbandonata dall'uomo incapace di custodire ciò che gli è stato affidato.

Il secondo carro della sfilata è stato quello della terribile Ursula, la strega del mare della favola della Sirenetta, di Andersen. Una strega che sembra divertirsi a spargere malefici per ottenere tutto ciò che vuole. I suoi poteri sono così grandi che nonostante siano legati al mare, i suoi incantesimi si manifestano anche sulla terraferma. Ecco perché è stata scelta come regina del carro: lei immagine della potenza del mare e delle sue creature in rivolta contro gli uomini, colpevoli di aver avvelenato il mare e i suoi abitanti. Eccola, allora, lanciare uno dei suoi fendenti con il suo potente tridente: La natura si sta ribellando al suo avvelenatore.

Il terzo carro ha voluto raccontare la bellezza della terra, perla dell'universo: un'ostrica con le sue valve semiaperte che lascia intravedere il frutto delle sue lacrime. Perché una perla altro non è che il risultato di autodifesa dell’ostrica, che quando è impossibilitata a liberarsi della sabbia comincia a difendersi isolando quell'elemento ricoprendolo di una sostanza cristallina. Sembra proprio la storia della nostra terra, un puntino nell'universo che pian piano è diventato il pianeta più bello e capace di risplendere nell’immensità dell'universo.

Il quarto e quinto carro rappresentavano infine Sampei il pescatore e la carica dei 101. Il famoso cartone animato degli anni novanta col protagonista che, con una rete, tenta di ripescare i pesci. I quali però contengono nella loro bocca dei rifiuti. Scena emblematica dell’attualità che ci circonda oggi, con i mari pieni di rifiuti che vanno a finire nello stomaco dei pesci. E poi un tuffo nella fantasia del mondo Disney, che vede gli uomini amici della natura, la quale è capace di dare “carica” alla quotidianità.

A fine sfilata tutti i presenti hanno potuto divertirsi con lo spettacolo della scuola di ballo “Dance Team Bari”, guidati dal maestro Gaetano De Palo.

Per il secondo anno consecutivo, la manifestazione si è avvalsa della collaborazione di Radio Tv Doppio Zero, che ha proposto anche in streaming la diretta della manifestazione palmarista. Senza dimenticare il fondamentale apporto dell’amministrazione comunale che, come ogni anno, ha patrocinato il “Carnevale a Palombaio”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 26 febbraio 2020 alle 09:49 :

    L'ambiente e Greta Thumberg erano un tema di moda fino all'altro ieri, ormai la moda è passata soppiantata dal coronavirus. Gli ambientalisti sono stati spazzati dai virologi. Rispondi a Franco