I numeri

Zero contravvenzioni in un mese per obbligo mascherina, Mangini: 'Encomiabile lavoro Polizia locale'

Il vice sindaco ringrazia le forze dell'ordine per il lavoro che stanno svolgendo ed esorta ad essere sempre più responsabili

Attualità
Bitonto domenica 13 settembre 2020
di La Redazione
Piazza Cavour
Piazza Cavour © BitontoLive.it

Ad un mese dalla pubblicazione dell’ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza, la quale obbligava l’uso delle mascherine dalle 18 alle 6 del mattino, a Bitonto non è stata comminata nessuna contravvenzione da parte della Polizia locale.

A comunicarlo in maniera ufficiale è il vice sindaco Rino Mangini: “Nonostante le profezie più nefaste da parte di coloro che avevano gridato contro quella decisione, certi che sarebbe stata vessatoria nei confronti dei cittadini, il lavoro della nostra Polizia Locale, in coordinamento con le Forze dell'Ordine presenti in città, e con il prezioso supporto dei volontari della Protezione Civile è stato encomiabile. A tutti loro deve andare la gratitudine della Comunità. Come più volte chiarito, infatti, alla base delle nostre decisioni c'era e c'è in primis una finalità esortativa - educativa, se vogliamo - e solo per casi eclatanti di dispregio delle regole e del ruolo esortativo da parte delle Forze dell'Ordine, la finalità diventa, ed è diventata in alcuni casi già citati dalla cronaca, punitiva. La maggior parte dei cittadini collabora e, anche quando vengono richiamati, si auto-disciplinano senza necessità di punizioni; questo fa ben sperare. Enfatizzo l'aspetto dell'auto-discplina perché sono convinto che questa battaglia quotidiana si possa vincere solo con l'atteggiamento responsabile di tutti, nessuno escluso. Un atteggiamento responsabile che, pur quando imposto, ha maggiori possibilità di successo se frutto di una presa di coscienza personale e collettiva.

Non possiamo avere un vigile o un poliziotto per ognuno dei nostri concittadini. Ed è chiaro che molti concittadini sfuggano al reale controllo del corretto uso della mascherina; e sfuggirebbero anche nel caso in cui ci fossero mille multe a sera... è nella natura dell'uomo sfuggire alle regole imposte da altri!?”.

“Ci aspettano mesi - qualcuno dice anni, continua Mangini in un post Facebok - di convivenza con il virus e soprattutto con un nuovo modello di interazione tra gli esseri umani. I positivi al virus a Bitonto sono poco più di una decina, come comunicato dal sindaco, che, a sua volta, usa tutti gli strumenti in suo possesso per fare arrivare forte e chiaro il messaggio; esortando, provocando, rimproverando, condividendo le amarezze, come farebbe un qualsiasi padre di famiglia che vuole tutelare e difendere la sua famiglia. Poche decine di positivi, ma, statistiche alla mano, potrebbero essere anche mille, essendo gli asintomatici il 90% dei positivi. Ecco perché l'uso della mascherina, la giusta distanza fisica e una corretta igiene delle mani, sono la più grande arma che abbiamo per contenere il contagio e, soprattutto, tutelare i più fragili che non possono permettersi di essere contagiati.

Non con la paura, né con la paranoia, si vincerà questa battaglia, ma con la lucidità e con l'osservazione delle semplici regole che - al di là delle ordinanze - dovrebbero essere dettate dal nostro buon senso”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele pugliese ha scritto il 14 settembre 2020 alle 06:03 :

    Ma mangini in che paese vivi? Nn ho mai visto la polizia locale nel centro storico a sanzionare, ma solo la polizia di stato e la guardia di finanza! Quindi l 'encomio va solo a loro! Rispondi a Michele pugliese

  • Francesco Toscano ha scritto il 13 settembre 2020 alle 17:20 :

    Mi auguro soltanto che questo sia un articolo pubblicato senza che le istituzioni citate siano al corrente di quanto scritto, perché caso contrario sarebbe molto grave. Nelle ultime settimane sono stato nel nostro (sempre più degradato) centro storico e personalmente non ho visto nessun corpo di polizia impegnato a controllare l’uso delle mascherine oltre che al distanziamento previsto. Ovviamente la colpa non è di nessuno di essi ma di gruppi di ragazzini incontrollati che diventano sempre più padroni del cuore della nostra città ignorando ogni qualsiasi regola e rispetto altrui. Augurandomi che la situazione migliori (non solo in questo periodo pre-elettorale) invito tutti noi cittadini e istituzione a non prenderci meriti inesistenti e magari impegnarci a migliorare questa città Rispondi a Francesco Toscano

  • Nicola Scolamacchia ha scritto il 13 settembre 2020 alle 14:11 :

    Buonasera , non so come facca il nostro vice sindaco a sventolare elogi per zero multe registrate . Siamo d'accordo che è impossibile avere un agente x ogni cittadino ma egli e il sindaco , probabilmente vivono su un altro pianeta . Nulla togliete all'impegno delle forze dell'ordine , ma purtroppo sé si guarda meglio c'è troppa gente che gironzola senza mascherina nella fascia oraria 18:00/06:00 e nei luoghi caldi della città. Invito l'amministrazione comunale ad essere più incisiva nel far rispettare le regole anti covid . Rispondi a Nicola Scolamacchia

  • Vincenzo ha scritto il 13 settembre 2020 alle 13:11 :

    Ma di che paese state parlando? Il 50% delle persone (soprattutto i giovani) non usa la mascherina. E dopo una certa ora, appena spariscono i controlli, diventa una giungla totale. Rispondi a Vincenzo