Vigilantes picchiati dal commando prima della fuga

Assalto a portavalori, traffico riaperto su autostrada Bitonto-Molfetta

Alle 15 è stata riattivata la circolazione in entrambe le direzioni, dopo quasi otto ore di blocco

Cronaca
Bitonto venerdì 29 aprile 2022
di La Redazione
Il portavalori assaltato sull'A14 Bitonto-Molfetta
Il portavalori assaltato sull'A14 Bitonto-Molfetta © n.c.

Poco dopo le 15 è stato riaperto il traffico in entrambe le direzioni sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, nel tratto compreso tra Bitonto e Molfetta, chiuso dopo la tentata rapina ad un portavalori avvenuta poco prima delle 7.30 di oggi. Attualmente il traffico transita su una corsia in entrambe le direzioni e si registrano due chilometri di coda in diminuzione in direzione Pescara.

Per coprirsi la fuga i rapinatori – almeno cinque – hanno dato fuoco a tre suv e un autocarro in carreggiata nord e in carreggiata sud alcuni veicoli.  Prima di dileguarsi hanno picchiato le guardie giurate che hanno sventato il colpo mettendo in azione il sistema di allarme spumablock, che riempie il vano di spuma che si soldifica rapidamente, proteggendo il carico.   

"Sono stati esplosi numerosi colpi d`arma da fuoco e i vigilantes sono rimasti lievemente feriti" durante il tentato assalto di questa mattina ad un portavalori, sulla A14 tra Bitonto e Molfetta. Lo rende noto Miriam Ruta, segretaria generale della Fisascat Cisl Bari, denunciando che "rischiano la vita ogni giorno e ogni istante gli addetti alla vigilanza privata".

"Assalto sventato – dice la sindacalista – grazie alla professionalità dell’equipaggio. Ci teniamo a esprimere vicinanza e solidarietà ai lavoratori coinvolti nell’ennesimo assalto criminale di questa mattina e alle loro famiglie. Ricordiamo che qualche giorno fa a Treviso è morto per un malore in servizio un dipendente di un noto istituto di vigilanza, sottoposto a stress dalle troppe ore di lavoro straordinario e turni massacranti. Questi eventi fanno emergere ancora una volta l’immobilismo delle istituzioni, ciò che come Fisascat denunciamo da tempo: i dipendenti dei servizi di sicurezza e della vigilanza privata lavorano in condizioni ormai inaccettabili, con turni ai limiti della legalità e in costante violazione delle norme di legge in materia di sicurezza".

"Lunedì – annuncia Ruta – scenderemo in piazza a Roma con una manifestazione nazionale. Più volte al ministro del lavoro Orlando abbiamo rappresentato la condizione di difficoltà delle lavoratrici e dei lavoratori del settore della vigilanza privata e dei servizi fiduciari senza rinnovo del contratto nazionale da più di sei anni".

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele IEZZA ha scritto il 30 aprile 2022 alle 19:17 :

    E' assolutamente inconcepibile che nonostante i ripetuti assalti ai portavalori nella Bat e provincia di Bari non si arrivi ancora a identificare i responsabili. Si prega il sig. Ministro dell'Interno e il C.do Generale dell'Arma di provvedere alla rimozione immediata dei Questori e dei vertici dei Carabinieri delle zone interessate. Rispondi a Michele IEZZA

  • Vito Morgigno ha scritto il 29 aprile 2022 alle 16:19 :

    È MIGLIAIA DI CARABINIERI E POLIZIOTTI CHIUSI NELLE CASERME ..!!!! Rispondi a Vito Morgigno

  • Franco ha scritto il 29 aprile 2022 alle 15:13 :

    Non è ammissibile che occorrano 8 ore per liberare una autostrada. Rispondi a Franco

    Michele chiaffarata ha scritto il 01 maggio 2022 alle 14:40 :

    È tutta una scena,credimi Rispondi a Michele chiaffarata