Il caso

Due furti in 4 giorni all’ex ospedale di Bitonto, sottratti farmaci e apparecchiature informatiche

La denuncia arriva dal consigliere regionale Damascelli: «Asl attivi vigilanza armata»

Cronaca
Bitonto martedì 12 febbraio 2019
di La Redazione
L'ex ospedale di Bitonto
L'ex ospedale di Bitonto © BitontoLive.it

«Due furti in quattro giorni: all’ex ospedale di Bitonto la situazione è ormai insostenibile ed esige provvedimenti immediati. Urge un servizio di vigilanza armata per arginare furti e intrusioni, e restituite un minimo di serenità agli operatori della sanità e ai pazienti». Così Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia.
«Non si può andare avanti così. Da tempo – prosegue – abbiamo segnalato alla direzione generale della Asl che la struttura di Bitonto è vulnerabile e va protetta. Non la si può lasciare alla mercé di ladri, vandali e malintenzionati che, oltre a rubare di tutto, scassinano, sfasciano e sporcano senza ritegno. La presenza di un vigilante rappresenterebbe di certo un deterrente, e costerebbe meno dei danni che siamo costretti a subire».

«Nell’ultimo furto, compiuto lo scorso fine settimana – aggiunge – dai locali della Riabilitazione sono sparite strumentazioni informatiche. Poco tempo fa si è registrato un ingente furto di farmaci costosi. Non si può continuare a lasciare incustodito un presidio territoriale di assistenza tanto frequentato ed esposto. Il problema richiede interventi indifferibili».

«L’Asl non può continuare a chiudere gli occhi di fronte a questa emergenza. Provveda subito – conclude Damascelli – a disporre un servizio di guardiania, indispensabile per preservare gli ambienti, il decoro e soprattutto la sicurezza di chi opera nel Pta bitontino e dei suoi numerosi utenti».

Lascia il tuo commento
commenti