Iscrizioni aperte per l'anno scolastico 2022/2023

Trasporti e Logistica, nuovo corso di studi al Vitale Giordano

Il dirigente scolastico Lovascio: "L'obiettivo è formare figure professionali per le aziende logistiche che stanno nascendo nel nostro comune"

Cultura
Bitonto venerdì 14 gennaio 2022
di Tommaso Cataldi
Presentazione del nuovo indirizzo studi all'ite Vitale Giordano
Presentazione del nuovo indirizzo studi all'ite Vitale Giordano © n. c.

Il futuro in movimento. Questo è il motto che identifica il nuovo corso di studi “Trasporti e Logistica” dell’istituto tecnico economico Vitale Giordano di Bitonto. Prenderà il via dall’anno scolastico 2022/2023 ed è stato presentato ieri in conferenza stampa dal dirigente scolastico Francesco Lovascio.

Il percorso di formazione fornirà una preparazione teorica e pratica nel campo dei trasporti e dell’organizzazione dei servizi logistici, con lo studio di materie innovative come scienze della navigazione e struttura dei mezzi di trasporto, logistica, meccanica e macchine. Un corso fortemente pratico, in cui lo studente potrà acquisire competenze tecniche e metodi di lavoro per operare da subito nel campo delle infrastrutture, della gestione del traffico e relativa assistenza, della gestione dell’impresa di trasporti e della logistica nelle sue diverse componenti: corrieri, vettori, operatori di nodo ed intermediari logistici.

“L’esigenza nasce dallo sviluppo di aziende logistiche nel nostro comune – ha spiegato il dirigente Lovascio – specialmente nella zona industriale, e noi pensiamo di intercettare questa richiesta di figure professionali”. Il riferimento è rivolto alla recente apertura di un centro di smistamento logistico Amazon sulla strada provinciale 231.

Sulla stessa linea il sindaco Michele Abbaticchio, che ha definito la logistica “un settore trainante specialmente dopo l’avvento della pandemia, dove il commercio su gomma è aumentato in modo esponenziale”.

“Un risultato ottenuto grazie a considerazioni su dati di fatto e ad uno specifico studio – ha commentato Marco Bronzini, delegato all’Istruzione della Città metropolitana di Bari – perché il territorio ha questa esigenza ma voglio ricordare che la cultura deve costruire il mercato, non correrci dietro, anzi dev’essere uno stimolo. Con questo comportamento avremo figure in grado di guidare il mercato verso prospettive differenti”.

Interessanti le esperienze raccontate da Mirko Lacassia, key account manager BRT, e Donato Conserva, amministratore unico dello stabilimento che ospita Amazon. Entrambi hanno confermato la forte crescita del settore (si parla addirittura di un indice a due cifre), che necessita di 15-20mila addetti all’anno a livello nazionale, in particolar modo di autisti con patenti C, D, E. Nuove sfide sono inoltre alle porte, come innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale, con la necessità di figure professionalizzate che vadano incontro alle nuove esigenze e che s’immettano nel mercato del lavoro un paio d’anni prima di quanto avviene oggi.

Il nuovo corso di studi potrà trovare specializzazione, dopo il diploma, in corsi di formazione specializzati e totalmente gratuiti, come ha spiegato Annarita Cavallo, responsabile dei processi formativi della fondazione ITS Logistica Puglia. Aziende partner della fonazione, come ad esempio Fincantieri, seguono i corsisti e al termine delle ore di formazione (un biennio di 1800 ore totali) sono pronte ad assumerli e inserirli nei loro processi lavorativi.

Lascia il tuo commento
commenti