Forma di scrittura

'Mi racconto', workshop di scrittura autobiografica rivolto agli adulti

Presso la libreria Hamelin venerdì 6 e 13 marzo dalle 17

Cultura
Bitonto sabato 15 febbraio 2020
di La Redazione
La Libreria Hamelin
La Libreria Hamelin © n.c.

Il diario è una forma prenatale di scrittura. Chi scrive un diario è un pre-scrittore. Questi due incontri sono finalizzati a scoprire cosa vuol dire scrivere di sé, attraverso un percorso teorico e pratico, nei diari letterari più famosi della storia della letteratura: da Virginia Woolf a David Foster Wallace.

La scrittura del sé non chiude un cerchio. Ne apre tantissimi. La scrittura diaristica è la più istintiva. È la scrittura dell’intimità. E la cosa più misteriosa, la chimera narrativa, è la (ri)scoperta del proprio lato più nascosto. In questo seminario cercheremo il lato nascosto dei capolavori intimisti della letteratura fino a scoprire il nostro. E con le nostre parole, gli daremo luce.
Con questo workshop la docente guiderà i partecipanti alla scoperta del proprio mondo interiore. Attraverso l'utilizzo narrativo di foto, ricordi, canzoni, film, sogni e soprattutto delle letture dei diari letterari dei più grandi scrittori e scrittrici di tutti i tempi, si arriverà a scoprire la propria identità. Alla fine del percorso i corsisti sapranno maneggiare meglio episodi ed emozioni della propria vita e scriveranno una pagina di diario che li racconterà pur nella finzione narrativa.
Sarà possibile per i corsisti, in particolare se insegnanti o educatori, riproporre la modalità di scrittura diaristica all'interno dei propri gruppi di riferimento, stimolando così i ragazzi ad approfondire il proprio mondo interiore, esprimendo vissuti e dando voce alle emozioni nella forma scritta
Non è necessario aver svolto altri laboratori prima di questo. Il workshop è adatto a chi si affaccia per la prima volta al gesto del narrare. Verrà fornita una bibliografia di riferimento a tutti gli iscritti, dopo la conferma dell'iscrizione. Costo scontato per iscrizioni entro il 15 febbraio.

La docente Alessandra Minervini è nata a Bari, dove ora vive. Si è diplomata alla Scuola Holden nel 2015 e da allora collabora come consulente e docente dei corsi esterni. Lavora come editor freelance, occupandosi principalmente di esordienti e scouting. Suoi racconti sono apparsi su riviste tra cui «Colla», «EFFE», «Cadillac». Il suo sito è www.alessandraminervini.info. A novembre 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo, Overlove (LiberAria).

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 15 febbraio 2020 alle 18:03 :

    Che noia la gente che racconta ossessivamente di sé sui social pensando che a qualcuno debba interessare. Nessuno insegna più ad ascoltare gli altri. Rispondi a Maria P.