La storia

Palombaio, piccolo tesoro di libri salvato dalla spazzatura e donato alla libreria di comunità

Un anonimo benefattore ha recuperato i volumi buttai via in tre scatoloni

Cultura
Bitonto venerdì 20 novembre 2020
di Tommaso Cataldi
La libreria di comunità a Palombaio
La libreria di comunità a Palombaio © BitontoLive.it

Salvare i libri aiuta a costruire un futuro migliore. Così deve aver pensato l'ignoto benefattore che, qualche giorno fa, dopo aver notato tre scatoloni di libri mestamente accatastati vicino ad un cassonetto dei rifiuti, li ha caricati sulla propria auto e li ha trasportati a casa. Libri di generi differenti: dai grandi autori della letteratura come Pirandello e Shakespeare a volumi di musica sui Queen, dalle pubblicazioni d'arte sui pittori fiamminghi ai racconti gialli, dai romanzi ai libri di narrativa.

Non avendo la possibilità di accoglierli in casa, cosa farne di tutti questi libri? Il caso ha voluto che, proprio qualche giorno prima del rinvenimento, Vito (nome di fantasia) avesse letto un articolo del gennaio scorso (sembra passato un secolo!) sul progetto comunale Polibris e sulla inaugurazione di sei librerie di comunità tra Bitonto e le frazioni, grazie alla collaborazione con il Fablab.

Vito ha deciso così di di informarsi meglio e ha scoperto che la libreria di Palombaio, ospitata nell'istituto comprensivo “don Tonino Bello”, è ancora sprovvista di volumi da offrire ai lettori. Da qui la decisione di donare i libri recuperati alla biblioteca della frazione. Anche se, per il momento, a causa delle restrizioni anti Covid, la piccola sala non è fruibile.

Questa è la dimostrazione di come gli oggetti condannati alla spazzatura possano trovare nuova vita e diventare preziosi per qualcun altro, se solo finiscono nelle mani giuste. Cosa ne sarebbe stato di quei libri se Vito non li avesse presi con sé e non li avesse poi donati alla comunità? Molto probabilmente sarebbero finiti in discarica, e ai bambini e ai ragazzi di Palombaio non sarebbe stata data l'opportunità di leggere storie meravigliose o di conoscere la bellezza dei dipinti fiamminghi in mostra nei più importanti musei del mondo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenica ha scritto il 21 novembre 2020 alle 17:12 :

    Anche io tempo fa a bitonto trovai vicino alla spazzatura una collana di libri per ragazzi. Li puoi uno per uno e li ho portati a casa. Molti li avevo letti quando ero ragazza. Su iniziativa della maestra di mio figlio, ogni bambino doveva scambiare un proprio libro con un compagno. Scoprii che su 20 bambini solo in 3 possedevano libri. Tutti gli altri attinsero da quella collana Rispondi a Domenica