Sviluppo economico

Pasquale Castellano delegato Anci Puglia per la ZES Interregionale Adriatica

L’Area PIP di Bitonto, con i suoi 71 ettari, rientra nella Zona Economica Speciale appulo-molisana

Politica
Bitonto martedì 12 gennaio 2021
di La Redazione
Capannone industriale
Capannone industriale © n.c.

Il consigliere comunale Pasquale Castellano sarà il delegato dell’Anci Puglia per le attività legate alla realizzazione della Zona Economica Speciale (ZES) Interregionale Adriatica che comprende Puglia e Molise, istituita con dpcm del 3 settembre 2019.

Le ZES, individuate dalle Regioni in base al D.L. 91/2017 (Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno), sono aree logistico industriali collegate ad uno o più poli portuali, che beneficiano di specifici incentivi e regimi fiscali agevolati e di semplificazioni amministrative. L’obiettivo è creare condizioni favorevoli allo sviluppo delle imprese già attive, attrarre nuovi investimenti soprattutto esteri, e far crescere gli scambi commerciali.

L’Area PIP (Piano per gli Insediamenti Produttivi) del Comune di Bitonto, con un’estensione di 71 ettari, rientra nella ZES Adriatica, essendo un’area produttiva nell’orbita della città di Bari, che è uno dei poli portuali pugliesi insieme a Barletta, Brindisi, Manfredonia e Monopoli.

Subito dopo l’incarico, affidatogli il 14 dicembre scorso, Castellano, che è componente del Comitato direttivo dell’Anci Puglia da ottobre 2019, il 21 dicembre ha partecipato alla prima riunione del gruppo di lavoro interregionale creato dal Comitato direttivo della ZES, istituito presso i competenti ministeri e presieduto dall'Autorità di Sistema Portuale Adriatica Meridionale, a cui è affidata la cabina di regia della ZES appulo-molisana.

Nell’occasione il rappresentante di Anci Puglia, confermando l’impegno dell’associazione dei comuni pugliesi a rendere quanto prima la ZES uno strumento pienamente operativo, ha evidenziato che la sua complessità impone una forte collaborazione fra i numerosi soggetti istituzionali coinvolti ai vari livelli. Collaborazione estremamente importante per affiancare i Comuni, alle prese con croniche criticità finanziarie e organizzative, nell’adozione del cosiddetto “kit localizzativo”, ovvero il pacchetto di incentivi, agevolazioni e semplificazioni amministrative da offrire alle imprese per attrarle nel proprio territorio.

"Vorrei innanzitutto ringraziare il presidente dell'Anci, Domenico Vitto – dichiara il consigliere Pasquale Castellano – per avermi delegato su un tema che sarà fondamentale, a mio avviso, per la ripartenza economica e industriale della Puglia. La Zona Economica Speciale Interregionale Adriatica è uno strumento che, se utilizzato con criterio e bene, potrebbe accelerare di molto l’iter per gli insediamenti produttivi nella nostra regione: si lavora, infatti, all'idea normativa di costruire una procedura specifica che preveda un’autorizzazione unica (AU) per le aree insediative comprese nella ZES”.

“è però evidente – aggiunge Castellano – che tutto questo non sarà possibile, se non si farà concertazione tra tutti gli enti, pubblici e non, interessati. Su questo specifico aspetto lavorerò accanto al presidente Anci, per invitare tutti gli enti locali coinvolti a riservare la necessaria attenzione alla costruzione e crescita della ZES in Puglia”.

Lascia il tuo commento
commenti