La nota

Terapia anticoagulante, Damascelli: "Ennesimo servizio a rischio a Bitonto"

Lettera ai vertici della sanità pugliese e all'Asl Bari per chiedere subito un nuovo ematologo, da affiancare a chi sta per andare in pensione

Politica
Bitonto venerdì 16 aprile 2021
di La Redazione
L'ex ospedale di Bitonto
L'ex ospedale di Bitonto © BitontoLive.it

"Ennesimo scempio all'ex ospedale di Bitonto: i pazienti sottoposti a cure anticoagulanti e a costanti prelievi, a breve, perderanno il loro medico di riferimento in servizio presso il Laboratorio di Patologia clinica del presidio territoriale di assistenza”. A denunciarlo è Domenico Damascelli, vice coordinatore regionale di Forza Italia.

"Il collocamento a riposo dello specialista che si occupa della TAO (Terapia Anticoagulante Orale) nel Distretto sociosanitario Bitonto-Palo del Colle – spiega – produrrà, a breve, una situazione difficilmente gestibile. Ai cittadini dev’essere invece assicurata in loco la prestazione specialistica, anche per la terapia necessaria. Infatti, la quantità del farmaco da assumere varia di volta in volta, a seconda del risultato delle analisi cliniche. Per questo è indispensabile un confronto diretto e immediato con l'ematologo che offre una preziosa consulenza medica ai pazienti, che non può essere sostituita da una fredda email dove saranno indicati soltanto i valori degli esami ematochimici".

"L'assistenza sanitaria non può essere offerta in smart working – afferma Damascelli – mentre al pta di Bitonto, quando un medico va in pensione, vengono chiuse le porte dell’ambulatorio e si blocca l'agenda delle prenotazioni”.

"Chiedo, dunque, al governatore, all’assessore regionale alla sanità e all’Asl Bari di individuare subito un nuovo ematologo da affiancare a chi andrà in pensione, così da poter continuare a tenere attivo questo importante servizio sanitario in un vasto territorio", conclude l'ex consigliere regionale.

Lascia il tuo commento
commenti